Una redazione di oltre 50 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Le nuove forme di shopping permesse da Instagram

Designed by Alicia_mb

Cosa accade quando un social network permette di fare degli acquisti in maniera diretta, senza essere indirizzati su un e-commerce? Cambiano le regole degli e-shop. Negli Stati Uniti, paese che di fatto detta ancora i trend dell’economia globale, potrebbe sbarcare presto una novità che è la dimostrazione di come stia cambiando radicalmente lo shopping online: IG Shopping. Il suo sviluppo è ancora in corso ma dallo scorso aprile sono stati introdotti i tag Instagram, che di fatto consentono ai profili business di connettere i prodotti dei vari post al proprio e-commerce.

Instagram è il social network che più degli altri ha subito un’evoluzione in senso positivo, capace di tradurre in nuovi aggiornamenti tendenze digitali in continuo mutamento. Da un rapporto di Bloomberg è emersa una previsione che è motivo e cuore pulsante del suo successo: in cinque anni raggiungerà i 2 miliardi di utenti. Comprata da Facebook nel 2012 a 1 miliardo di dollari, ora vale 100 volte di più. E gli Stati Uniti sono il paese dove si testano le nuove funzionalità per allargarle poi al resto del mondo.

I tag Instagram e le novità 2019

Quando è stato introdotto in Italia il tag Instagram in molti non me hanno colto da subito le potenzialità. Ma la possibilità di acquistare un prodotto passando dalle immagini pubblicate sul social network era stata già testata nel 2017 in America, dove ha riscosso molto successo. I testi su alcune aziende hanno portato ad aumenti del traffico fino al 25% e dei ricavi dell’8%.

All’interno di un post è possibile inserire fino a cinque prodotti per immagine oppure fino a venti prodotti per carosello, personalizzabili con filtri o didascalie. Uno strumento in più per le aziende che vogliono sfruttare l’enorme potere persuasivo delle immagini per avere nuovi clienti fedeli. La chiave del successo dello shopping su Instagram infatti sta proprio nella capacità persuasiva di belle foto, ancora meglio se a promuoverle è un influencer da diverse centinaia di migliaia di follower.

Ma il social network sta già pensando alle prossime evoluzioni:

● Shopping in video: le aziende potranno inserire i tag ai propri prodotti nei video.

● Acquisti – Shopping collection: sarà possibile salvare il tag di un prodotto in una raccolta dedicata, in modo da non perdere le proprie preferenze.

● Sezione Shop sui profili dei brand: sarà più semplice visualizzare quali prodotti tra quelli visualizzati nei contenuti sono acquistabili.

Anche in questi casi, prima di approdare al mercato europeo è previsto un primo periodo di test negli Stati Uniti. Come a dire: se funziona lì allora si potranno aprire le porte dei consumatori mondiali.

Il successo negli Stati Uniti

Gli Stati Uniti stanno testando i processi di acquisto su Instagram dal 2017 e dopo mesi di sperimentazione è emerso che la strada era quella giusta. Del resto ci sono più di 800 milioni di persone che usano Instagram ogni mese e secondo USA Today l’80% degli utenti Instagram seguono almeno un account aziendale.

Si parla di oltre 25 milioni di account commerciali su Instagram e 2 milioni, tra questi, sono inserzionisti, mentre quattro utenti su cinque seguono almeno un’azienda, come ha dichiarato lo Chief Operating Officer di Facebook, Sheryl Sandberg. Nella società del narcisismo, un social come Instagram è in grado di soddisfare quella voglia innata, soprattutto in un contesto come quello americano, di dare mostra della propria vita. Non a caso proprio in America sono nati gli InstaPop, i set cinematografici a disposizione del pubblico con ambientazioni studiate appositamente per scattare foto da postare su Instagram.

a cura di ExportUSA

a cura di ExportUSA

ExportUSA New York Corp. è una società di diritto statunitense basata in America, a New York, e con uffici in Italia, a Rimini. Export USA è stata fondata nel 2003 per fornire alle piccole e medie imprese italiane tutti i servizi necessari per esportare con successo negli Stati Uniti. https://www.exportusa.us/

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.