L’emergenza Covid-19 ha colpito pesantemente l’agricoltura

 L’emergenza Covid-19 ha colpito pesantemente l’agricoltura

Nel 2020 – comunica l’Istat – la produzione dell’agricoltura si è ridotta del 3,3% in volume. Il valore aggiunto lordo ai prezzi base è sceso del 6,1% in volume e le unità di lavoro sono diminuite del 2,4%.

La pandemia da COVID-19 ha pesantemente colpito le attività secondarie (-18,9%), che comprendono quelle di agriturismo, i servizi connessi all’agricoltura (-3,8%) e la florovivaistica (-8%).Si riduce la produzione di olio (-18%), coltivazioni industriali (-2,2%) e vino (-1,9%). Solo il comparto zootecnico registra un andamento positivo (+0,3%).

31,3miliardi di euro è il valore aggiunto dell’agricoltura in Italia. L’Italia si conferma al primo posto nella Ue27 davanti a Francia (30,2miliardi di euro) e Spagna (29,3miliardi).
174,5 miliardi di euro è il valore aggiunto dell’agricoltura per l’insieme della Ue27.
-4,8% la variazione dell’indicatore di reddito agricolo per l’Italia. Il calo è solo di poco più ampio rispetto a quello medio della Ue27 (-4%).

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.