L’export regione per regione

 L’export regione per regione
«La regina dell’export italiano per quota di mercato resta la Lombardia. Ma non è la regione che cresce di più. Quelle più vitali oggi sono altre: il Lazio, che nel 2015 ha aumentato la sua performance sui mercati esteri del 9,2%, il Piemonte che è cresciuto del 7%, e il Veneto, che è balzato del 5,3 per cento», è quanto scrive “il Sole 24 ore del lunedì” in un articolo pubblicato il 1° agosto.
Veneto e Lazio – secondo l’analisi del “il Sole 24 ore” che ha come fonte i dati dell’Ice e dell’Istat . hanno anche trainato al rialzo le performance delle proprie macro-aree di appartenenza. Aumento infatti le esportazioni del 4,7% rispetto al 2014; le esportazioni del Nordest, mentre l’Italia centrale è cresciuta del 4%. Il Nordovest, invece, nonostante la buona performace del Piemonte, risente della scarsa crescita dell’export lombardo e del calo di quello ligure.
La mappa del commercio estero regione per regione è contenuta nel rapporto annuale Ice-Istat sull’Italia nell’economia internazionale, lo stesso che ha certificato per il nostro Paese un aumento delle esportazioni complessive di merci e servizi del 4,3%, a quota 413 miliardi di euro.
Una parte del merito va anche all’Emilia-Romagna, terza regione italiana per volumi di export, che ha contribuito per 1,9 dei 4,7 punti di aumento registrati nell’area nordorientale, grazie soprattutto alla buona performance delle apparecchiature elettromedicali. Più modesto il contributo del Friuli-Venezia Giulia, dove hanno pesato le flessioni del comparto metallurgico e meccanico, compensate solo in parte dalla grande crescita delle bevande, e dei vini in particolare
Gran parte del buon risultato dell’Italia centrale è legato alla farmaceutica. I distretti industriali delle Marche hanno registrato un calo complessivo dell’export del -2,3% in buona parte determinato dalla contrazione del mercato russo.
Capofila del Sud, infine, è stata la Basilicata, che nel 2015 ha messo a segno un exploit del +145%. La performance lucana – sottolinea però “il Sole 24 ore” non deve trarre in inganno: l’export totale della regione è stato di soli 2,8 miliardi di euro: un quarantesimo delle esportazioni lombarde eil dato è «drogato dalle vendite di autoveicoli prodotte dallo stabilimento Fca di Melfi».

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.