L’importanza del Project Management nella comunicazione web

 L’importanza del Project Management nella comunicazione web

project management

[dropcap]O[/dropcap]ccupandomi di comunicazione, noto spesso come molte aziende italiane siano ancora legate ad un modo di fare impresa che ormai non è sufficiente. Oggi è necessario avere un piano ben preciso, e le risorse adatte, non solo per metterlo in pratica, ma anche per gestirlo. Ecco perché ho deciso di intervistare Alessandro Gazzotti, Project Manager di una multinazionale del settore ceramico, a cui ho chiesto di spiegare quali sono le funzioni della sua figura professionale, e perché sono importanti, sia nell’ambito della comunicazione web, ma anche in generale nella gestione di prodotti e servizi aziendali.

Alessandro Gazzotti, 32 anni, ingegnere meccanico e MBA presso la Scuola Enrico Mattei - ENI, ha svolto in passato il ruolo di coordinatore per la realizzazione di impianti offshore nel settore oil & gas, attualmente svolge il ruolo di project manager per la ristrutturazione produttiva di una multinazionale del settore ceramico.
Alessandro Gazzotti, 32 anni, ingegnere meccanico e MBA presso la Scuola Enrico Mattei – ENI, ha svolto in passato il ruolo di coordinatore per la realizzazione di impianti offshore nel settore oil & gas, attualmente svolge il ruolo di project manager per la ristrutturazione produttiva di una multinazionale del settore ceramico.

Cosa è effettivamente il Project Management?
Il Project Management non è nient’altro che un insieme di tecniche e strumenti applicabili a qualunque tipo di progetto con lo scopo di conseguirne gli obiettivi. Un progetto si differenzia dai normali processi operativi per il suo carattere di temporaneità e di unicità. E, proprio per la sua unicità, diventa di estrema importanza per la sua riuscita, affrontarlo con metodo.

Perché una pmi dovrebbe avvicinarsi al Project Management?
Le nostre pmi sono generalmente ricche al proprio interno di competenze tecniche di alto livello nel proprio settore di riferimento. Tuttavia molto spesso queste stesse imprese risultano invece poco dotate di quelle capacità gestionali necessarie al pieno sviluppo del potenziale tecnico in loro possesso. Faccio un esempio per meglio chiarire il concetto: un nuovo prodotto può avere un altissimo contenuto tecnologico ma da solo questo non basta per il suo successo commerciale. È infatti indispensabile riuscire a rispettare la giusta tempistica per il suo lancio sul mercato (il cosiddetto Time To Market) e mantenerne il costo sotto un livello sostenibile. Il Project Management aiuta proprio in questo: raggiungere l’obiettivo del progetto (in questo caso il lancio di un nuovo prodotto) restando all’interno del perimetro costituito dai vincoli di costo, tempo e qualità.

Chiaro, ma se cambiamo l’oggetto del progetto, non un prodotto ma un servizio. Ad esempio la realizzazione di una strategia di comunicazione online?
Il concetto non cambia, il project management è una competenza assolutamente trasversale. In questo caso naturalmente deve essere accompagnata da una buona dose di creatività, ma anche la strategia di comunicazione sul web non può essere improvvisata e deve necessariamente essere il risultato di un’attenta pianificazione. E’ infatti proprio dall’attenta gestione di tutte le variabili in gioco che spesso dipende il successo delle strategie di marketing applicate ad un business.

Quali sono le caratteristiche di un Project Manager?
Capacità organizzative e di pianificazione, elevate doti di problem solving, caratteristiche di leadership, ma anche buone capacità di comunicazione.
Per alcuni (pochi per la verità) sono caratteristiche innate, quasi naturali. Per tutti gli altri nessuna paura, gli strumenti previsti dal project management servono proprio a questo: aiutare e stimolare il manager ad una gestione efficace ed efficiente del progetto con un approccio graduale dai concetti base fino a quelli più sofisticati.

logo-weevo

Gabriele Carboni

https://weevo.it

Definito da Going Global UK: "Massimo esperto in strategie di marketing digitale internazionale".

Tra i 5 maggiori marketing influencer italiani secondo Digitalic. Autore di "Strategie web per i mercati esteri", Hoepli 2016 e "The Marketing Distinguo: differentiation on three steps", Amazon 2019.

Ha il deato il Visual Communication Planner, il marketing canvas scaricato da quasi 20.000 aziende e professionisti nel mondo.

L'unico italiano a completare il master MIT Digital Business Strategy sulla Digital Transformation.

Premiato tra le tre Best 2019 Marketing Innovation al DES 2019 di Madrid con il progetto Marketing Distinguo.

Ha già collaborato come docente per Exportiamo Academy, 24ore Business School, Università di Bologna, Università di Trento, Università Internazionale di Roma, Ninja Academy.

È l'unico consulente di BPER Banca per l'Export Digitale.

Fa parte della commissione UNI per la definizione della normativa relativa alla professione dell’Export Manager e del Digital Export Manager.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.