Una redazione di oltre 50 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

L’Italia crede nell’innovazione digitale: dal Web Marketing Festival gli ingredienti a disposizione di imprese e PMI

Il Web Marketing Festival 2018 ha fatto vivere alla città di Rimini 3 giorni (21-23 giugno 2018) da capitale dell’innovazione, portando il mondo del digitale in Riviera. L’evento più completo sull’innovazione digitale ha dato vita a una 6 ^ edizione mai così completa e articolata, grazie agli oltre 60 eventi, alle 20 iniziative in programma e alle 45 sale formative sulle principali leve del digitale e del digital marketing. Talk ispirazionali, dibattiti sui trend del futuro grazie a partner d’eccezione – tra cui Amazon, Aruba, Open Fiber, Barilla, Enel e Gruppo Mondadori -, formazione di qualità e, soprattutto, un’ampia Area Espositiva con i più importanti player italiani e internazionali, startup e imprese.

Le 18.000 presenze registrate sono un sintomo di un’Italia che crede nell’innovazione digitale, non solo nei termini di startup e nomi noti dei brand multinazionali: i numerosi momenti di networking e di business matching sono stati checkpoint di numerose PMI accorse per tastare, insieme agli oltre 400 esperti e relatori da tutto il mondo, il polso del mercato, i trend e le opportunità che si offrono alle piccolemedie imprese.

Uno scenario che, occorre ripeterlo, mostra un volto ottimista: il 39% delle piccole-medie imprese – rileva il rapporto del Digital Transformation Institute – dichiara di aver effettuato investimenti in tecnologie digitali, e di queste il 62% ha notato un miglioramento significativo nei ricavi.
Dal rapporto presentato dagli
Osservatori Artificial Intelligence del Politecnico di Milano durante il WMF18, si alza la voce proprio di questa tecnologia (l’Intelligenza Artificiale) e dello spazio che si sta ritagliando dentro settori “tradizionali” come il manifacturing, il fashion, il beauty e l’healthcare: il 9,6% delle imprese operanti nei settori citati (su 500 casi) ha applicato all’interno del proprio modello di business la tecnologia dell’Intelligent Data Processing, un algoritmo in grado di estrarre informazioni da dati strutturati e non strutturati.

Un percorso di approfondimento che è proseguito, al Festival, grazie anche alla sala formativa dedicata – Digital4PMI -, realizzata in collaborazione con CNA Emilia-Romagna, che ha ospitato interventi e momenti di approfondimento verticali sul mondo dell’imprenditoria e del commercio, ovviamente, esplorando le nuove possibilità portate dal digitale.
Export e marketing digitale per PMI, ad esempio, è stato un focus affrontato da Emanuele Ricci (Pro Export) attraverso lo studio di un caso reale di un’impresa e del successo della strategia web applicata per entrare in due nuovi mercati europei.
Dello
sviluppo di campagne di crowdfunding online per la raccolta di capitali, invece, ha parlato invece Luca Cancellara (SiamoSoci), una freccia sempre più incisiva nelle strategie di marketing anche delle PMI che vogliono innovarsi.
Ad aprire le porte
delle soluzioni digitali concrete a supporto delle vendite in un’impresa, toccando gli ambiti in cui gli strumenti del web aiutano il day-by-day di un responsabile commerciale in tutte le fasi del processo di vendita, è stato invece l’intervento di Mauro Lupi (DigitalBreak).

«Che Internet sia importante per le PMI non c’è ormai più dubbio. Il motivo non è neanche più legato all’opportunità di visibilità, va oltre. Ormai essere o non essere on line equivale, per un’azienda, ad esistere o no. È un valore che ha proprio cambiato il modello di business, che è entrato nel cuore dell’organizzazione aziendale, non è una semplice scelta di dove indirizzare un budget pubblicità, centra con la natura stessa dell’azienda, influisce sulla sua conformazione, forma, apertura verso il mercato, possibilità di sviluppo».
Così ha dichiarato Cosmano Lombardo, Chairman del Web Marketing Festival su un tema, quello del marketing digitale, che interessa e tocca ormai i settori anche di artigiani, aziende, industrie, agenzie.

Non solo formazione di ampia visione strategica, ma soprattutto concreta e legata agli strumenti specifici a disposizione delle piccolemedie imprese in questo contesto storico. In questa direzione anche il workshop dedicato e andato in scena durante la 3 giorni e volto all’analisi di mercato, alla definizione delle strategie digitali a breve e lungo termine passando per scelta del dominio, organizzazione dei contenuti, aggiornamento del sito web, utilizzo dei social media e campagne advertising a pagamento, senza dimenticare i benefici della realizzazione di un’applicazione mobile.

Un mercato, quello delle PMI innovative, che ha avuto spazio anche all’interno dell’iniziativa WMF Award – I Premi del Web Marketing: in particolare, il palco del WMF18 è stato teatro della consegna del riconoscimento dedicato a progetti di digital transformation delle PMI, il premio Digital Transformation for PMI, realizzato in collaborazione con CNA Emilia Romagna.
A riceverlo è stata
Tryeco 2.0, realtà che si è distinta per l’unione dell’artigianato tradizionale con le nuove tecnologie, dando impulso al processo di innovazione dei modelli di business tradizionali. A consegnarlo, invece, è stato Cosmano Lombardo in compagnia di Cristina Chiabotto – madrina di questa edizione del Web Marketing Festival – e Gli Autogol.

«L’Italia crede nell’innovazione, sospinta dai tanti talenti e realtà corporate che creano e portano avanti soluzioni tecnologiche di primo piano, coltivando “in-house” le proprie idee e progetti innovativi, un’avanguardia digitale Made in Italy dalla maturità internazionale. È quello che abbiamo visto nelle passate edizioni e che vedremo, ancora più in grande, nelle prossime edizioni del Web Marketing Festival che ci attendono», ha concluso Lombardo.

Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.