Lotta per il dominio Social: Instagram supera Twitter, e somiglia di più a Facebook

 Lotta per il dominio Social: Instagram supera Twitter, e somiglia di più a Facebook

[dropcap]N[/dropcap]egli ultimi 2 mesi sono successe molte cose nel mondo parallelo dei social network. Ma tutte le più importanti riguardano Instagram. Che si candida ad essere la più solida alternativa a Facebook in campo Social Media Marketing.

Facebook è peraltro proprietaria di Instagram, applicazione che ha acquisito nel 2012 (con un deal faraonico). Ed ha poi accompagnato verso una crescita di utenti esponenziale. In pochi mesi sono stati raggiunti i 150 milioni di utenti. Ma alla fine del 2014 erano già 300 milioni.

La scorsa settimana, e questa è la notizia più recente, Instagram ha dichiarato con un post ufficiale il raggiungimento di 400 milioni di utenti. Un numero imponente, anche se non insidia la leadership in fatto di users di Facebook, che ha più di 1 miliardo e mezzo di utenti nel mondo. È infatti una crescita di utenti che permette a Instagram di superare Twitter (che ha poco più di 315 milioni di utenti, ad oggi); Twitter che da mesi è alla ricerca di un nuovo CEO, e che riceve così un nuovo colpo in ottica competition.

Non solo. A differenza di Facebook, ma in maniera simile ad esempio a Snapchat, Instagram rimane ad oggi solidamente frequentato dal segmento di pubblico dei Millennials; un segmento, quest’ultimo, che con i suoi comportamenti di difficile lettura dal punto di vista comunicativo rappresenta un rompicapo di marketing per le multinazionali, che invece lo cercano come la più promettente base presente e futura dei propri shoppers.

Anche per questo motivo l’introduzione in Instagram, alla fine di agosto, della possibilità di fare pubblicità attraverso 3 formati d’annunci sponsorizzati (Image Ads; Video Ads; Carousel Ads) assume, assieme al boom di reach globale del social in question, un significato di portata anche maggiore. Senza contare che Instagram, nei suoi nuovi formati di annuncio, ha integrato anche la possibilità del tasto “Scopri di più” un tasto che rimanda al sito dell’advertiser). Un’integrazione molto importante, sia dal punto di vista branding che dal punto di vista transazionale (es. per gli eCommerce).

Sembra quindi che, nella corsa al successo planetario, Instagram assomigli sempre più a Facebook. E non solo dal punto di vista strettamente commerciale, visto che l’altra novità di queste settimane è stata l’introduzione della possibilità di postare anche immagini non quadrate, su una app che invece aveva fatto i suoi primi passi verso la popolarità proprio con l’obligatorietà del formato fotografico 1:1.

Tante novità in poco più di un mese: nuovi formati fotografici; introduzione della pubblicità, bottone con link verso il sito degli inserzionisti. Instagram somiglia sempre più a Facebook, e assieme si avviano al dominio dell’audience dei social networks.

E non va dimenticato che il gruppo di Menlo Park ha acquisito nel 2014 anche Whatsapp. Inoltre, ha negli ultimi quarters ‘forzato’ gli utenti di tutto il mondo ad utilizzare (scaricando l’app apposita) il proprio sistema di messaggistica: Facebook Messenger. Sono i 2 sistemi di instant messaging al momento dominanti.

Con i 2 social networks del momento ed i 2 sistemi di instant messaging più utilizzati, il gruppo di Mark Zuckerberg si avvia ad essere l’incontrastato dominatore del Social Media Marketing.

Federico Corradini
Logo-xChannel

Federico Corradini e Astrid Weber

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.