Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Marketing automation e PMI: sfide, opportunità e soluzioni

La marketing automation è diventata un tema sempre più presente nel discourse del tessuto impresariale italiano. Si stima che la spesa mondiale in strumenti di marketing automation è destinata a raggiungere quota 25,1 miliardi di dollari entro il 2023 (Fonte: HubSpot marketing statistics), mentre in Italia il 40% delle PMI ha preso in considerazione investimenti in tecnologie di CRM automation.

Complici un customer journey sempre più omnicanale che coinvolge diversi touchpoint online e offline, la necessità di analizzare la grande quantità di dati a disposizione e il diffondersi di tecnologie facilmente accessibili, la necessità di implementare soluzioni per l’automazione delle attività di marketing è più reale che mai.

A ciò si accompagna il cambiamento degli utenti nel loro approccio al processo di acquisto, che impone un cambio di rotta da parte delle aziende nel modo di fare marketing. I buyer oggi hanno acquisito un ruolo sempre più attivo, diventando sempre più autonomi nel reperire le informazioni di cui hanno bisogno. In questo senso, le realtà più avanzate mirano a creare delle comunicazioni altamente personalizzate e ad instaurare un rapporto one-to-one con il proprio cliente, grazie all’analisi e all’incrocio dei dati raccolti attraverso le attività di marketing e sales.

Il Made in Italy non basta più

In questo contesto gli strumenti per automatizzare le attività di marketing si collocano come preziosi alleati per l’incremento della lead generation, l’ottimizzazione degli investimenti e del lavoro a favore di attività più redditizie e ad alto valore aggiunto.

Una ricerca su marketing automation e PMI italiane condotta dal Politecnico di Milano e commissionata da SAP ha evidenziato come alcuni fattori, spesso utilizzati come valori differenzianti da molte piccole e medie imprese del nostro paese, oggi da soli non risultano più efficaci come un tempo: la superiorità tecnico-produttiva si scontra oggi con un contesto competitivo in costante evoluzione, dove la richiesta di innovazione da parte del mercato sta portando ad un generale innalzamento del livello qualitativo dell’offerta; allo stesso tempo, la digitalizzazione permette anche a realtà minori prive di una forte identità di marca di emergere con una proposta equiparabile a quella dei competitor più forti ma più economica per il consumatore finale. In più, la globalizzazione delle supply chain rende sempre più difficile garantire la provenienza di un prodotto, rendendo difficile basare una strategia di differenziazione sul cosiddetto country of origin effect, ossia quel “Made in Italy” tanto caro ad aziende grandi e piccole.

Alla luce di questi fattori, come distinguersi dalla competizione e far crescere il business?

L’inbound marketing per attrarre, convertire e fidelizzare

La risposta risiede nella capacità di creare valore per il cliente, valore inteso come capacità di ascolto e innovazione. In altre parole, saper cogliere bisogni e fattori realmente differenzianti agli occhi del prospect per creare soluzioni personalizzate.

È evidente come in tale contesto siano indispensabili non solo delle tecnologie di marketing automation a supporto degli obiettivi, ma anche un approccio innovativo che tiene in considerazione il customer journey e il comportamento degli utenti.

L’inbound marketing mira ad attrarre nuovi lead attraverso contenuti di valore prodotti dall’azienda, veicolati nel momento giusto e nel posto giusto, lì dove si trovano le persone che vogliamo intercettare.

A differenza delle tradizionali tecniche di marketing outbound, l’inbound mira ad attrarre l’utente attraverso una proposta fatta da contenuti che informano, intrattengono e coinvolgono, per guidarlo attraverso un vero e proprio percorso in cui ha la possibilità di prendere confidenza con il brand, sviluppare fiducia nei suoi confronti e conoscere la sua offerta. 

L’obiettivo non è più la vendita immediata, ma l’acquisizione del cliente assecondando i suoi ritmi e cercando di dare risposta alle sue domande e ai suoi dubbi, accompagnandolo verso la conversione finale.

Strumenti per l’inbound marketing e la marketing automation: HubSpot

Tra le soluzioni attualmente disponibili sul mercato, HubSpot unisce le funzionalità tipiche della marketing automation ai princìpi dell’inbound marketing.

In qualità di partner e reseller HubSpot, in Meta Line abbiamo potuto testare l’affidabilità e l’alto livello di integrazione permesso dalla piattaforma.

Il software di marketing permette di gestire tutti gli strumenti di comunicazione aziendale in un unico ambiente, con un considerevole risparmio di tempo: email marketing, social media, campagne di sponsorizzazione, blog aziendale, landing page e form per la raccolta di contatti profilati, possono essere gestiti singolarmente oppure legati tra loro per la creazione di campagne strutturate. I dati raccolti dalle varie attività sono consultabili all’interno di apposite dashboard, in cui poter valutare andamento e risultati secondo specifiche metriche.

Inoltre, la piattaforma permette di tracciare le interazioni degli utenti con i contenuti e creare dei flussi di azioni automatizzate. Per le piccole e medie imprese che vogliono trovare nuovi clienti e ottimizzare le attività di marketing, una piattaforma di marketing automation come HubSpot può essere la giusta risposta.

Per saperne di più su come funziona HubSpot e su come può essere utile per incrementare la lead generation e rendere più efficaci le attività di marketing, vi invitiamo a leggere l’approfondimento dedicato all’interno del blog di Meta Line.

a cura di Meta Line

a cura di Meta Line

Da oltre 18 anni Meta Line digital agency accompagna le PMI italiane nel loro percorso di digitalizzazione attraverso un approccio consulenziale e una gamma di servizi dedicati: sviluppo di siti web dalle elevate prestazioni, ottimizzazione per i motori di ricerca e ideazione di strategie digitali personalizzate per la promozione del brand e la lead generation.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.