Markit/ADACI PMI® Settore Manifatturiero Italiano: il settore manifatturiero osserva ad aprile la crescita più forte in quattro mesi

 Markit/ADACI PMI® Settore Manifatturiero Italiano: il settore manifatturiero osserva ad aprile la crescita più forte in quattro mesi

Aumenta vigore durante l’inizio del secondo trimestre la crescita dell’economia manifatturiera italiana, con la ripresa della produzione causata dell’aumento più veloce dei nuovi ordini.

Conseguentemente, sia i livelli occupazionali che l’attività di acquisto hanno riportato aumenti, e allo stesso tempo sono stati riportati ulteriori tagli nei prezzi di produzione mentre i costi di acquisto hanno continuato a scendere.

L’indice destagionalizzato   PMI®  (Purchasing Managers’ Index®) Markit/ADACI sul Manifatturiero in Italia – che con un valore unico misura lo stato di salute delle condizioni operative – raggiungendo ad aprile 53.9 in salita da 53.5 di marzo ha segnalato il miglioramento delle condizioni operative più elevato del 2016. L’indice inoltre si è mantenuto leggermente al di sopra della media del 2015.

I livelli della produzione delle imprese manifatturiere italiane hanno mostrato ad aprile l’aumento maggiore in quattro mesi, con un tasso di crescita in ulteriore aumento dal recente valore minimo di febbraio. I produttori di beni di investimento hanno registrato l’aumento della produzione maggiore, seguiti dai produttori di beni di consumo e poi da quelli di beni intermedi

A causare il generale miglioramento delle condizioni manifatturiere è stato l’ennesimo forte aumento dei nuovi ordini, il quindicesimo consecutivo su base mensile. Inoltre l’aumento di aprile è stato il maggiore dallo scorso dicembre.

I dati dell’indagine raccolti ad aprile hanno mostrato un incremento della domanda sia dal mercato nazionale che da quello estero. Senza alcun dubbio gli ordini esteri sono aumentati notevolmente e ad un tasso leggermente più veloce dei nuovi ordini totali.

Le tendenze positive osservate sia nella produzione che nei nuovi ordini si traducono in nuove assunzioni per il settore manifatturiero ad aprile. Inoltre il tasso di aumento dei livelli occupazionali è stato relativamente forte ed è risultato più veloce rispetto a quanto riportato il mese precedente.

Le imprese manifatturiere hanno inoltre aumentato i loro livelli degli acquisti durante il mese e al tasso maggiore dallo scorso dicembre. Ad ogni modo, ad aprile, vista la maggiore produzione che ha causato un maggiore consumo di materie prime durante il processo produttivo, diminuiscono le giacenze degli acquisti. Inoltre, conseguentemente alle maggiori vendite, diminuiscono le giacenze dei prodotti finiti.

Dopo i cinque mesi consecutivi di contrazione, ad aprile, rispetto al mese precedente, rimane invariato il livello del lavoro inevaso presso i manifatturieri italiani.

I dati dell’indagine di aprile hanno mostrato un ulteriore forte crollo, anche se il più lento del 2016, dei prezzi medi di acquisto. Alcune imprese manifatturiere hanno trasferito i minori prezzi ai clienti finali, infatti è stata riportata un’ulteriore, sebbene più lenta e solo marginale, contrazione dei prezzi di vendita, la quarta in altrettanti mesi.

Allo stesso tempo, così come successo per tutto lo scorso anno, aumentano ad aprile i tempi medi di consegna dei fornitori.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.