Mashable Social Media Day: consigli per le imprese

 Mashable Social Media Day: consigli per le imprese

Si è svolto il 19, 20 e 21 ottobre a Milano Mashable Social Media Day 2017. La tre giorni di speech, incontri formativi e seminari dedicati ai social media ha riempito le sale del Talent Garden di via Calabiana di giovani e professionisti. Si è parlato di You Tube, Snapchat, Instragram e Facebook ma soprattutto si è parlato di come fare advertising e promozione sui social media e come lanciare progetti di branding e di comunicazione efficaci.

I social media sono mezzi di promozione solo per le grandi imprese? Al Mashable Social Media Day sono stati presentati progetti di marchi internazionali e realtà strutturate, ma sono emersi molti suggerimenti utili anche per le PMI.

Virginia Salas Kastilio, Snapchat Business Influencer, ha parlato delle interessanti prospettive di business su Snapchat, il social che piace ai giovani, frequentatissimo fino ai 34 anni di età. Le campagne di promozione su un brand su Snapchat sono possibili e remunerative, a patto di avere clienti in quel target di età e di sapere lavorare su contenuti diretti, immersivi e personali. Stefano Mongardi, founder di TheWebMate, ha confrontato Snapchat e Instagram, sottolineando le potenzialità dei due strumenti per fare promozione.

Luca La Mesa, Top Teacher in Ninja Academy e presidente di @Procter & Gamble Alumni Italia ha ricordato come è possibile attivare percorsi di engagement sui social media, cioè coinvolgere le persone e contare sulla loro partecipazione diretta, sottolineando che anche nel digitale è necessario attendere del tempo per vedere i risultati di un’azione di comunicazione.

Una storia che viene da un brand internazionale è quella di Coca-Cola: la sua nuova campagna di promozione passa da video costruiti dopo un viaggio lungo tutta Italia, alla ricerca di testimonianze e storie personali di dipendenti, consumatori, collezionisti. Coca-Cola divulgherà delle storie dove il marchio è raccontato tramite esperienze dal basso: è un intelligente progetto di content marketing che può dare dei suggerimenti alle Pmi. Le piccole aziende possono applicare una strategia simile con progetti di advertising che mettano in evidenza il loro legame con il territorio? È possibile raccontare storie che siano rappresentative di una comunità e, al tempo stesso, di un business locale? Sono le domande che ci siamo posti ascoltando l’intervento di Alessio Jacona, giornalista che ha curato il progetto #felicementeinsieme per Coca-Cola.

I suggerimenti più interessanti per le piccole e medie imprese, però, sono emersi dal discorso di Francesco Agostinis, Facebook Advertising Specialist. Agostinis ha spiegato che le campagne di advertising su Facebook sono un’ottima occasione per le Pmi e che non sempre è necessario investire budget importanti. È bene però adottare la strategia giusta che Agostinis ha sintetizzato così: “Capire cosa vuole il cliente, mostrarglielo”, al di là di alcune false credenze che circolano su Facebook. Non è vero, per esempio, che le campagne promozionali sui social media diano risultati in tempi brevi; non è vero che è necessario puntare sempre sui contenuti video e soprattutto, non è vero che il numero dei like aumenterà le conversioni.

Un altro intervento dal tema interessante per le Pmi è stato quello di Giuseppe Mayer, chief digital officer del Gruppo Armando Testa e di Pepe Moder, Senior digital Advisor. L’argomento era come risolvere la crisi del mercato retail e come aiutare i negozi al dettaglio a superare la concorrenza del commercio elettronico. Acquisti on line e acquisti nel punto vendita fisico devono intendersi in un’ottica integrata: ciò che conta è l’esperienza complessiva del cliente, quale che sia il canale. I negozi al dettaglio possono fare molto per distinguersi e per restare competitivi e le tecnologie per farlo ci sono: abilitare pagamenti dallo smartphone, lavorare su Internet delle cose e realtà aumentata, personalizzare l’esperienza d’acquisto.

A Mashable Social Media Day si è parlato anche di digital transformatin, local marketing, di strategie per il commercio elettronico, di start up, di intelligenza artificiale e di neuromarketing.  

Claudia Silivestro

Giornalista, addetta stampa e copywriter.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.