Migliorare le certificazioni per poter penetrare i mercati esteri

 Migliorare le certificazioni per poter penetrare i mercati esteri

certification-1

[dropcap]L’[/dropcap]azienda in esame è un produttore di carpenteria medio-pesante su disegno. Fatturato 6,5 milioni di Euro, sviluppato completamente sul mercato italiano.

In seguito ad una analisi preliminare i mercati selezionati sono stati: Germania, Francia, Svizzera ed Austria per presenza di prospect inerenti il mondo delle società di progettazione impianti e per la vicinanza geografica degli stessi.

Il canale di distribuzione individuato è risultato essere il B2B diretto (società di Ingegneria nel campo energetico). L’azione commerciale verso i mercati esteri è stata una completa novità per l’azienda, che si è quindi trovata “vergine” di informazioni inerenti le certificazioni di processo, molto rilevanti per potersi rendere appetibile ai prospect stranieri.

Con il crescere dell’azione commerciale, è stato presto chiaro che le certificazioni di cui l’azienda era in possesso relative alle saldature non potevano soddisfare i criteri richiesti.

La strategia vincente per poter quindi entrare nei mercati è stata quella di implementare una serie di processi e procedure che hanno portato al rilascio dei certificati richiesti, in particolare della ISO 3834-2 fondamentale per essere inclusi nelle vendor list: nel corso del solo primo anno dall’ottenimento della stessa, il fatturato estero è giunto ad una quota del 10% del totale sviluppato.

Alessandro Gorni

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.