Milano: 270 milioni l'anno la spesa dei milanesi tra libri e riviste

 Milano: 270 milioni l'anno la spesa dei milanesi tra libri e riviste

La città lombarda si conferma capitale dell’editoria, secondo i dati illustrati in occasione della presentazione di BookCity Milano 2013, tre giorni (21-24 novembre) dedicati alla lettura.

Sono circa 3.800 mila le imprese attive a Milano nel 2013 nei settori legati alla stampa e all’editoria e pesano il 56,8% del totale lombardo e il 12,7% di quello italiano. Si dividono tra stampa e riproduzione di supporti registrati (1.881 imprese) e attività editoriali specializzate (1.884 imprese, il 18,3% nazionale, quasi una su cinque tra quelle attive in Italia nel settore). Un comparto che impiega quasi 24 mila addetti, di cui 15 mila nella editoria specializzata, e ha prodotto nei primi sei mesi dell’anno 118,6 milioni di esportazioni, circa il 19% di tutto l’export italiano del settore.

E leggere a Milano va di moda: le spese delle famiglie milanesi tra libri (esclusi i testi scolastici), giornali e riviste hanno sfiorato nel 2012 i 270 milioni di euro. Emerge da elaborazioni della Camera Commercio di Milano su dati registro imprese e Istat 2013 e 2012 e dall’indagine 2013 sui consumi delle famiglie milanesi della Camera di Commercio di Milano, in occasione della presentazione di BookCity Milano 2013.

“La cultura – ha dichiarato Alberto Meomartini, vice presidente della CdC di Milano – rappresenta un elemento importante per la qualità della vita di una città ma diventa anche un elemento di promozione del territorio a livello nazionale ed internazionale. BookCity è un evento fortemente innovativo che coinvolge attivamente editori, istituzioni, scrittori e lettori e ribadisce il ruolo di Milano come capitale dell’editoria”.

Fonte: Camera di Commercio di Milano

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.