Monitor dei poli tecnologici del Lazio: evidenze del 2014

 Monitor dei poli tecnologici del Lazio: evidenze del 2014

[dropcap]S[/dropcap]oprattutto negli ultimi mesi del 2014 le esportazioni dei poli tecnologici del Lazio hanno registrato una forte accelerazione. Chiude così in positivo il 2014 con una crescita dell’export del 7,1% a prezzi correnti (meglio del risultato nazionale dell’1,1%). Hanno chiuso in territorio positivo sia il polo farmaceutico (+9,3%) che, in crescita per il settimo anno consecutivo, si conferma la realtà hi-tech più dinamica tra quelle monitorate, sia il polo aeronautico (+13%); mentre il polo ICT ha registrato un calo dei flussi del 14,5%.

Questo il quadro emerso dall’ultimo aggiornamento del Monitor dei poli tecnologici del Lazio, prodotto dalla Direzione Centrale Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.

Per le realtà laziali continuano ad essere trainanti i mercati avanzati (+10%), in particolar modo Belgio, Germania, Francia, Svezia e Irlanda mentre l’export verso il Regno  Unito e il Giappone ha subito una flessione. Al buon andamento dei mercati tradizionali si contrappone il ridimensionamento dei flussi verso i nuovi mercati, in calo del 6,5%.

Nonostante un rallentamento evidenziato nell’ultima parte dell’anno, chiude in territorio positivo anche l’export  del distretto della ceramica di Civita Castellana (+7,1%), Restano comunque lontani i livelli pre-crisi; le esportazioni si posizionano infatti su livelli inferiori del 30% rispetto al 2007.

Si conferma fragile il quadro del mercato del lavoro con un elevato ricorso alla CIG, a conferma delle difficoltà che tante imprese stanno vivendo.

«Nel 2014 le esportazioni dei poli tecnologici laziali hanno superato i 9 miliardi di euro, registrando una crescita del 7,1% rispetto al 2013. Un dato non solo importante ma migliore di quello registrato dai poli tecnologici italiani – ha commentato Pierluigi Monceri, Direttore Regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna di Intesa Sanpaolo -. Ancora una volta il polo farmaceutico laziale, in crescita per il settimo anno consecutivo, si conferma polo di eccellenza della regione».

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.