Nasce in Emilia-Romagna, a Bologna, il primo Competence Centre del Piano industria 4.0

 Nasce in Emilia-Romagna, a Bologna, il primo Competence Centre del Piano industria 4.0

Industry 4.0 technology vector illustration of automation and data exchange system for manufacturing. Smart factory communication with computer network server and smartphone on ultraviolet background

Designed by Vectorpouch

Nasce in Emilia-Romagna, a Bologna, il primo Competence Centre del Piano industria 4.0, il Consorzio che raggruppa 57 attori tra Università, Centri di Ricerca e imprese e che potrà contare su oltre 9 milioni di finanziamenti ministeriali, a cui si aggiungono 15 milioni di investimento dei partner privati.

“Non è un caso che proprio qui, nella nostra regione, nasca il primo Competence Center del Piano industria 4.0 – commenta l’assessore all’Università, Ricerca e Lavoro, Patrizio Bianchi -. Parliamo di un Consorzio capace di raggruppare in un efficace partenariato pubblico-privato Università, Centri di Ricerca e moltissime imprese, che ben rappresentano la connotazione fortemente innovativa del nostro territorio, improntata alla ricerca e allo sviluppo. Un progetto che, come Regione, abbiamo fortemente sostenuto attraverso Aster, proprio perché aggrega e mette a valore la ricca rete di competenze che l’Emilia-Romagna può offrire, dalla manifattura avanzata ai big data, dalla connettività all’automazione, all’industria 4.0. Bi-Rex – conclude l’assessore – potrà beneficiare di specifici spazi all’interno del Tecnopolo di Bologna, laddove sorgerà anche il Data Centre del Centro Meteo Europeo: una rete di competenze e infrastrutture che, unita ai Centri di supercalcolo e Big Data di Cineca e Istituto nazionale di fisica nucleare, proietterà e renderà ancor più competitiva l’Emilia-Romagna in Europa e nel mondo”.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.