Nel 2016 gli eCommerce italiani saranno 16,000: +165%

 Nel 2016 gli eCommerce italiani saranno 16,000: +165%

shop-942397_640

Per l’eCommerce non solo è boom, ma lo è da anni e da molti punti di vista.

Innanzitutto, sono cresciute le vendite. Secondo i dati del PoliMi il consuntivo 2016 sarà vicino ai 17 miliardi di euro (16,6). Crescita anno su anno a +16%, quindi. Si tratta di un aumento di oltre 2 miliardi a valore rispetto al 2014. Dopo almeno 30 trimestri di crescita successivi.

Difficile quindi trovare un settore più sano, a sell-out. Difficile anche trovare una realtà con maggiori prospettive di crescita sul breve-medio periodo. A seconda di come vengono tagliati i dati, questi 17 miliardi valgono tra il 4 e il 6% delle vendite retail. Se a valore, oggi, in Italia, le vendite online sono 5 su 100, tutto lascia supporre nuovi ed ulteriori fasti per i trimestri a venire.

Ma, certo, la crescita è anche guidata dalle imprese che in questo settore si calano a diverso titolo. E i dati parlano chiaro: nel 2016 ci saranno in Italia 16 mila imprese attive nel mondo del commercio online. Sono questi, infatti, i numeri resi noti da Confesercenti proprio in questi ultimi giorni di gennaio.

E 16k imprese significa un aumento solido e costante: si tratta di un settore che per numerica è cresciuto a 3 cifre negli ultimi anni. Con i numeri proiettati per il 2016, infatti, la crescita dal 2009 ad oggi è del +165%.

Un altro aspetto interessante è quello degli imprenditori che in questo settore entrano, guidando la crescita del numero di aziende. Chi sono? Sono innanzitutto molto più giovani degli altri: in media hanno 10 anni meno. La quota degli under-35, nello specifico, è di quasi il 30% (28,4%). E poi sono più spesso Italiani (9 su 10 vs una media di circa 8 su 10 delle imprese aperte in Italia) e maschi.

Infine, dove sono queste imprese? Sono soprattutto in Lombardia. Circa 3,000 società che operano nel commercio online sono infatti lombarde. E la concentrazione geografica è piuttosto elevata, visto che quasi un terzo delle società in questione sono in 3 regioni: Lombardia (3k), Lazio (1,8k), Emilia Romagna (1k).

Federico Corradini
Logo-xChannel

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.