Nel quarto trimestre 2014 28 mila nuove assunzioni in più rispetto al quarto trimestre del 2013

 Nel quarto trimestre 2014 28 mila nuove assunzioni in più rispetto al quarto trimestre del 2013

assunzioni-1

[dropcap]N[/dropcap]el IV trimestre del 2014 il Sistema Informativo delle Comunicazioni Obbligatorie ha registrato 2.318.424 avviamenti di nuovi rapporti di lavoro dipendente e parasubordinato, oltre 28 mila in più rispetto al IV trimestre del 2013 (+1,2%). Circa il 77% delle nuove assunzioni è concentrato nel settore dei Servizi (1.780.172 unità) comparto che, rispetto allo stesso trimestre del 2013, aumenta del 3,6% il numero di contratti avviati. Nei settori Agricoltura e Industria il volume di contrattualizzazioni è risultato pari a 238.462 (il 10,3% del totale attivazioni) e 299.790 unità (il 12,9% del totale) rispettivamente.

Rispetto al IV trimestre 2013, nel trimestre in esame, si segnala per il settore Industria un incremento del numero di attivazioni dello 0,6%, per il settore Agricoltura un decremento pari al 12,7% .

Rispetto al IV trimestre del 2013, si segnala una riduzione del numero dei contratti avviati in apprendistato (-3,3, circa 1.800 contratti in meno) e a tempo indeterminato (-2,4%, circa 9 mila in meno); ad aumentare sono i rapporti di lavoro a tempo determinato (+2,3%, oltre 35 mila unità in più) e le collaborazioni (+3,1% ovvero 5 mila unità in più).

Nel trimestre analizzato sono state registrate 3.209.357 cessazioni di rapporti di lavoro, di cui 1.520.044 hanno riguardato donne e 1.689.313 hanno riguardato uomini.
Rispetto al IV trimestre 2013, il numero delle cessazioni risulta in aumento del 3%, pari a +92 mila unità. La prevalenza delle cessazioni rispetto alle attivazioni dei rapporti di lavoro è un dato costante dell’ultimo trimestre di tutti gli anni, perché, in particolare a fine dicembre, si concentrano le naturali scadenze di buona parte dei contratti a tempo determinato e dei contratti di collaborazione. In termini di trend si osserva una contrazione delle cessazioni nei settori delle Costruzioni (-3,3%) e in Agricoltura (-1,6%); all’opposto si registrano incrementi rilevanti nell’Industria in senso stretto (+15,8%) e nei Servizi (+3,6%). Nel periodo in esame, si evidenzia una netta contrazione delle cessazioni per “cessazione attività”, in calo del 21,3% rispetto al III trimestre dell’anno precedente e l’aumento di quelle per “licenziamento”, +4,5%.

I lavoratori interessati da cessazioni nel IV trimestre 2014 sono stati 2.392.146, in aumento del 2,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.