Non c’è autonoma organizzazione per il medico di base convenzionato, ergo niente Irap

 Non c’è autonoma organizzazione per il medico di base convenzionato, ergo niente Irap

Il medico convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale non è soggetto a tassazione IRAP in quanto non può ritenersi configurato il requisito indispensabile della organizzazione autonoma.

Ciò è quanto emerge da una recente sentenza della Commissione Tributaria Regionale Sicilia (sentenza n.1780/4/2017 , liberamente visibile suwww.studiolegalesances.it – sez. Documenti) con cui viene rigettato l’appello dell’ufficio e il collegio conferma la interpretazione dei giudici di prime cure.

In tema di assoggettabilità all’Irap, introdotta dal d. lgs n. 446/1997 è importante precisare come la stessa imposta sia dovuta da aziende, enti o liberi professionisti ossia tutti coloro che esercitano un’attività anche non commerciale con il presupposto fondamentale della autonoma organizzazione ovvero della presenza di capitale investito per fini organizzativi, la cui valutazione spetta al giudice di merito.

È bene ricordare che la presenza di un collaboratore part-time non è un requisito che astrattamente rilevi ai fini della sussistenza dell’organizzazione; è richiesto al giudice di valutare il singolo caso concreto e, di volta in volta, appurarne o escluderne la configurazione.

Nel caso di specie, infatti, i giudici dichiarano il professionista contribuente è un medico di base convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale, dal quale, ha dimostrato di percepire oltre il 90% dei suoi compensi, fatto che esclude la autonoma organizzazione.” 

Alla luce della presente analisi, è possibile comprendere come l’Irap continui a creare, nel nostro ordinamento, non pochi problemi interpretativi e si presti, al contrario, a facili distorsioni.

Sono, infatti, frequenti le ipotesi di pretese Irap contestate dai contribuenti per la mancanza dei requisiti di legge.

Sarebbe sicuramente auspicabile una revisione della normativa da parte del legislatore, al fine di evitare ipotesi di contenzioso superflue. 

Dott.ssa Giulia Aloisi
Avv. Matteo Sances
www.centrostudisances.it
www.studiolegalesances.it

Matteo Sances e Giulia Aloisi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.