“Nuovo continente” per portare le imprese sul web

 “Nuovo continente” per portare le imprese sul web

ecommerce-1

[dropcap]L’[/dropcap]Italia si colloca tra gli ultimi paesi dell’Unione Europea nel commercio elettronico: gli italiani tra i 16 e i 74 anni che hanno ordinato beni o servizi online nel 2013 sono il 20%, meno della metà della media europea (47%). Le aziende italiane che nel 2013 hanno ricevuto ordini di beni o servizi su Internet risultano il 5%, una quota che fa del Belpaese il fanalino di coda in Europa. I numeri evidenziano un deficit nell’utilizzo delle opportunità offerte dal digitale che è soprattutto culturale e che non permette alle imprese di sfruttare a pieno le potenzialità offerte dalle nuove piattaforme del commercio elettronico. Per questo Fondazione Nord Est e UniCredit lanciano una nuova collaborazione con l’obiettivo di accompagnare le imprese italiane e nordestine in un percorso orientato a valorizzare le numerose opportunità di internazionalizzazione del commercio digitale.

“Nuovo Continente”, il progetto sviluppato da Fondazione Nord Est con il sostegno di UniCredit, attraverso un programma di attività di informazione e di accompagnamento alle imprese, punta a sviluppare il commercio elettronico e l’internazionalizzazione delle stesse, consentendo loro di confrontarsi con le strategie e le tecnologie dei grandi player nazionali e internazionali. Alcune di queste realtà, in primis Google, hanno già dato la loro disponibilità a condividere informazioni, conoscenze e strategie necessarie a sviluppare una presenza di qualità nella rete.

«I dati disponibili descrivono nel breve termine una crescita esponenziale del valore dell’internet economy in Italia – evidenzia il presidente di Fondazione Nord Est, Francesco Peghin -: potenzialmente dai 32 miliardi di euro del 2010 ai 59 miliardi del 2015, con ricadute importanti in termini di volume di ordini e di fatturato per le imprese attive online. Peraltro la rapidità e la customizzazione spinta, che caratterizzano il nuovo manifatturiero digitale, possono trovare nel canale di vendita online uno strumento davvero efficace per competere su scala globale anche a partire dalla piccola dimensione».

«È strategicamente importante, afferma Stefano Micelli, direttore scientifico della Fondazione Nord Est – puntare sempre di più sull’e-commerce per rilanciare le opportunità di crescita, soprattutto per la piccola impresa. Questo progetto vorrebbe aprire un nuovo orizzonte e ancora una volta la Fondazione e Unicredit si propongono come apripista e facilitatori per l’evoluzione del tessuto imprenditoriale di questo territorio. Dall’analisi vorremmo far scaturire un modello che, una volta testato, rappresenti l’opportunità-chiave per le pmi».

«Questa partnership con Fondazione Nord Est vuole supportare le nostre imprese nel recuperare velocemente il gap digitale, così da migliorarne la competitività – dichiara Romano Artoni, Deputy Regional Manager Nord Est di UniCredit -. La nostra banca sta sviluppando servizi e prodotti sempre più smart, digital e mobile, nonché soluzioni dedicate per le imprese che utilizzano il canale e-commerce. UniCredit darà il suo contributo attivo alla collaborazione con Fondazione Nord Est, passando alle imprese clienti un messaggio di convinta fiducia nelle potenzialità del web».

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.