OiRA, pubblicata la circolare applicativa per la valutazione dei rischi nelle attività di ufficio

 OiRA, pubblicata la circolare applicativa per la valutazione dei rischi nelle attività di ufficio

Dopo il via libera della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro e il decreto attuativo del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 23 maggio scorso, il Dicastero di Via Veneto e l’Inail, con una circolare pubblicata il 25 luglio scorso, forniscono indicazioni di dettaglio sulle modalità di utilizzo del nuovo applicativo OiRA per la valutazione dei rischi e l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione nelle attività di ufficio. OiRA, realizzato dall’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (Eu-Osha) e dedicato al settore “uffici”, è stato impostato seguendo le previsioni delle direttive europee in materia di prevenzione e delle disposizioni del Testo Unico in materia di salute e sicurezza, in particolare degli articoli 17 e 28 relativi agli obblighi del datore di lavoro e alla valutazione dei rischi.

Un lavoro congiunto iniziato nel 2013. L’avvio e la progettazione di OiRA in Italia sono partite il 30 agosto 2013, quando il Ministero del lavoro e delle politiche sociali siglò con Eu-Osha un “Memorandum of understanding” che tracciava le fasi del progetto. È stato costituito un gruppo di lavoro tripartito di cui l’Inail, attraverso la Direzione centrale prevenzione, ha assunto la presidenza e il coordinamento operativo a partire dal gennaio 2014. Del gruppo di lavoro fanno parte rappresentanti delle istituzioni pubbliche coinvolte e delle principali organizzazioni datoriali e sindacali.

Informazioni e indicazioni pratiche per gli utenti. Suddivisa in una premessa e in sette paragrafi, la circolare spiega analiticamente la funzione del nuovo strumento, le modalità di accesso nonché il campo di applicazione. In particolare, OiRA è applicabile alle attività di ufficio delle aziende dei settori pubblici e privati e le attività prese in esame e svolte più frequentemente sono state individuate nell’utilizzo del videoterminale e dei suoi accessori, nelle attività di segreteria, nei rapporti con i clienti e i fornitori, nell’archiviazione dei documenti. Lo strumento informatico può inoltre essere applicato nelle attività a rischio di incendio basso o medio. Il testo della circolare si sofferma poi sul processo di valutazione dei rischi, con la conseguente individuazione delle misure di prevenzione e protezione adottate, sulla struttura dell’applicativo, descrivendone l’articolazione in moduli e sottomoduli che ricalcano, per quanto possibile, la struttura presente nel decreto legislativo 81/2008, e sulla gestione nel tempo della prevenzione aziendale.

A disposizione anche Faq e videotutorial. Gratuito e disponibile con il semplice accesso, tramite collegamento al sito internet dell’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (Eu-Osha), il link tool uffici è consultabile anche dai siti istituzionali dell’Inail e del Ministero del lavoro e delle politiche sociali. All’interno del portale Inail sono poi a disposizione per gli utenti le Faq e il videotutorial per l’utilizzo del software, realizzati dalla Direzione centrale prevenzione e dalla Direzione centrale pianificazione e comunicazione. Domande e quesiti particolari possono infine essere formulati dagli utenti scrivendo all’indirizzo di posta elettronica supporto-oira@inail.it.

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.