Osservatorio mensile di Findomestic: a novembre cala il grado di fiducia degli italiani a 3,33 punti dai 3,45 del mese precedente. È il dato più basso degli ultimi dieci mesi

 Osservatorio mensile di Findomestic: a novembre cala il grado di fiducia degli italiani a 3,33 punti dai 3,45 del mese precedente. È il dato più basso degli ultimi dieci mesi

Findomestic-2

[dropcap]A[/dropcap] dicembre, si conferma per il terzo mese consecutivo in arretramento il trend del grado di fiducia dei consumatori italiani. Il dato fotografato dall’Osservatorio mensile di Findomestic negli ultimi 30 giorni: 3,33, su una scala che va da 1 a 10, e che ha nel 7 la sua soglia positiva. Il dato di dicembre è, dopo quelli di febbraio e gennaio, il più basso dell’anno.

Sul fronte del risparmio, risale l’intenzione delle famiglie italiane ad aumentare le risorse da mettere da parte. A dicembre, il 14,6% afferma che nei prossimi mesi questa cifra aumenterà. A novembre, il dato si era fermato al 14,2%. Ad ottobre, si era invece attestato al 15,5%.

Previsioni di acquisto a tre mesi

Elettrodomestici: continua a crescere la propensione all’acquisto dei piccoli elettrodomestici e dell’elettronica di consumo; più leggero l’aumento per gli intenzionati all’acquisto di grandi elettrodomestici.
Aumentano ancora, attestandosi al 29,4%, i consumatori interessati, nei prossimi tre mesi, ad acquistare un piccolo elettrodomestico (lo scorso mese il dato si fermava al 27,8 e nel mese precedente ancora, al 26,6). L’elettronica di consumo tiene, confermandosi con una buona risalita: a novembre il dato è del 24,2%, contro il 22,2 di ottobre. Per i grandi elettrodomestici, la crescita è più lieve: dal 14,8 al 15,2%. Per quanto riguarda i budget di spesa, quello per i piccoli elettrodomestici diminuisce da 171 a 165€; scende anche quello per i grandi elettrodomestici (da 657 a 621€). Bene invece l’elettronica di consumo che passa da 522 a 539€.

Informatica, telefonia e fotografia: rimane stabile la propensione all’acquisto di tutte le categorie con l’eccezione di una lieve crescita per i PC e gli accessori.
Continua a scendere la spesa media prevista per PC e accessori informatici (da 496 a 474€). Allo stesso modo diminuiscono lievemente le intenzioni di acquisto per telefoni e smartphone (dal 21,2 al 20,9%). Crescono invece coloro che pensano di acquistare un PC nei prossimi tre mesi (da 20,7 a 21,3%). Rimangono stabili i potenziali acquirenti di Fotocamere e videocamere (13,4). Il mercato di tablet e ebook rimane stabile sia per quanto riguarda la spesa media prevista (277€) sia per la propensione all’acquisto (13,4). Per quanto riguarda  la spesa media, l’unico bene che fa segnare un aumento sono le fotocamere e videocamere che passano da 304 a 324€. Rimangono stabili gli importi medi per smartphone e tablet.

Auto e moto: aumenta la propensione all’acquisto delle automobili, sia nuove che usate. Diminuisce invece la volontà di spendere per le auto usate.
Cresce al 9,8% la quota di consumatori pronti ad acquistare un’auto nuova e al 7,5% quella per le auto usate. Trend inverso invece per le persone intenzionate a comperare uno scooter che scendono da 5,4 a 4,5%. Tendenze opposte invece per le previsioni di spesa per auto nuove e usate. Le immatricolazioni infatti salgono da 18996 a 19460€ mentre nel mercato dell’usato si passa da 7077 a 6670€. Sostanzialmente stabile la spesa prevista per scooter e motocicli che passa da 3245 a 3306€.

Casa e arredamento: diminuisce la propensione di acquisto di case ma salgono le previsioni di ristrutturazioni. Il mercato del mobile rimane stabile.
Resta stabile il mercato del mobile sia per quanto riguarda le previsioni di acquisto (17,4%) sia per quanto riguarda la previsione di spesa media (1893€). Diminuiscono invece a 4,5% i consumatori interessati a comprare casa nei prossimi 3 mesi. Trend opposto per quanti sono intenzionati a effettuare una ristrutturazione, la cui quota aumenta dal 9,8 al 10,7%.

Tempo libero: bene i viaggi e il fai-da-te.
Salgono tutte le previsioni di consumi legate al tempo libero. Dopo una consistente diminuzione nei mesi scorsi degli intenzionati a fare un viaggio, a novembre – complici le prossime vacanze natalizie – si registra un leggero incremento al 28% (+ 0,8 punti percentuali). Moderato aumento anche delle previsioni di acquisto di attrezzature e abbigliamento, articoli che potrebbero finire sotto l’albero di Natale: passano dal 21,7% di ottobre al 22,6% attuale. La crescita più sensibile è quella del numero degli intenzionati all’acquisto di attrezzature per il fai-da-te che arrivano al 27,6%: +1,4 punti percentuali rispetto al mese scorso; anche in questo caso la spinta potrebbe arrivare dagli imminenti acquisti natalizi.

Efficienza energetica: in aumento le previsioni di acquisto per impianti di fotovoltaico e solari termici. In calo invece la spesa media sia per il fotovoltaico che per il solare. Stabili le intenzioni di acquisto per infissi e serramenti.
La previsione di acquisto nei prossimi tre mesi sono in salita sia per gli impianti di fotovoltaico (4,7%) sia per quelli solari termici (4,2%). In calo la previsione di spesa media per questi stessi impianti (6052€ per il fotovoltaico e 3711€ per il solare). Per quanto riguarda infissi e serramenti restano stabili le intenzioni di acquisto (8,3%), mentre si vede una lieve risalita per la spesa media prevista per questi ultimi, che sale a 2237€. Si registra invece una leggera diminuzione delle previsioni per stufe a pellet e caldaie a risparmio energetico: il dato scende al 7,9% rispetto all’ 8,3% dello scorso mese. Diminuisce anche l’importo medio che si prevede di spendere per l’acquisto, che arriva a 1325€.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.