Papà tuttofare e a tempo pieno? Un lavoro stimato quasi 2.800 euro

 Papà tuttofare e a tempo pieno? Un lavoro stimato quasi 2.800 euro

Lavora tutto il giorno, non si risparmia mai e quando arriva a casa è sempre disposto ad aiutare la sua famiglia. Stiamo parlando del Papà, una figura tuttofare che se fosse retribuita per tutte le mansioni che svolge a casa e per i figli, arriverebbe a guadagnare fino a 2.800 euro al mese. Il Papà a tempo pieno non sostituisce di certo un Professionista, ma svolge tanti compiti che lo consacrano come un buon esempio di capofamiglia.

Ma su quali servizi si può calcolare il valore di un Papà tuttofare? L’Osservatorio di ProntoPro (www.prontopro.it), il portale n° 1 dei professionisti in Italia, ha analizzato i preventivi inviati dai suoi professionisti e ne ha determinato il compenso a seconda del tipo di prestazione. Appartiene all’immaginario collettivo la figura di un babbo che, paziente e perseverante, non solo cura i bambini, ma sa bene come intrattenerli: anima i loro pomeriggi e, all’occasione, le feste – animatore dai 120 euro a evento; monitora lo svolgimento dei compiti e interviene come insegnante – ripetizioni in materie scientifiche e umanistiche fino alle scuole superiori dai 20 euro l’ora; trasmette i valori della tradizione attraverso brevi ma divertenti corsi di cucinada 50 euro l’ora; opera come mental e life coach nei momenti più difficili stimolando energie, idee e concentrazione – una consulenza vale circa 300 euro. Non meno importante tra i ruoli che ricopre ‘a servizio dei figli’, c’è il Papà autista che accompagna pargoli e amichetti nel tragitto casa-scuola-sport fin dalla tenera età – dai 150 euro al giorno – e mette a disposizione la sua auto dai 18 anni in poi – noleggio auto dai 50 euro al giorno.

Tra le altre responsabilità non mancano i servizi dedicati al mondo casa che richiedono tempo e precisione: parliamo dell’imbiancatura di muri e cartongesso, la cui spesa su una metratura di 90 mq si aggira intorno agli 800 euro, la decorazione artistica di alcune pareti – dai 200 euro – e il montaggio mobili IKEA – prezzo dell’intervento dagli 80 euro a fronte di una spesa di 500 euro. Da considerare anche la manutenzione dei piccoli elettrodomestici come aspirapolvere, ferro da stiro, stampante, frullatore, robot da cucina e tostapane – dai 30 euro a salire – e, tra i servizi stagionali, la cura del giardino – tosatura dell’erba a partire da 10 euro.

Insomma il Papà deve essere davvero in grado di garantire moltissimi servizi e per questo motivo il suo stipendio medio si aggira intorno ai 2.800 euro al mese. “Con l’arrivo di un figlio sopraggiungono nuove responsabilità e nuove sfide e sta a noi papà farci trovare pronti ad affrontarle tutte” – commenta Marco Ogliengo, co-Founder di ProntoPro e neo-Papà – “Un buon Papà deve saper coordinare gli impegni lavorativi e familiari assicurando le giuste attenzioni ai figli e la corretta trasmissione di buoni valori”.

Redazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.