Parlamento europeo delle imprese 2014 – 73 imprenditori italiani a confronto con l’UE

 Parlamento europeo delle imprese 2014 – 73 imprenditori italiani a confronto con l’UE

Parlamento-Europeo-2

[dropcap]S[/dropcap]ono 73 le aziende italiane, come i nostri parlamentari europei, portate a Bruxelles dal Sistema delle Camere di commercio d’Italia per far sentire la loro voce al Parlamento europeo delle imprese. L’iniziativa, giunta quest’anno alla terza edizione e realizzata da Eurochambres – l’associazione continentale delle Camere di commercio -,  sostituisce i 751 parlamentari dei diversi Paesi con altrettanti imprenditori.

Internazionalizzazione, competenze, finanza e energia: sono questi i temi sui quali oggi le delegazioni imprenditoriali hanno avviato un primo scambio di idee con i  rappresentanti delle istituzioni UE.

«L’accesso ai mercati internazionali si conferma come l’unico strumento per contrastare  la crisi economica che continua a colpire pesantemente il mondo delle imprese». È quanto ha sottolineato il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, nel corso del suo intervento odierno all’emiciclo. «Proprio per questo – ha aggiunto Dardanello – seguiamo con attenzione ma anche con apprensione i contenuti dei lavori sull’accordo UE – Stati Uniti come anche il prossimo cantiere che si occuperà dei rapporti con la Cina. L’Europa non può fallire nel rappresentare gli interessi diffusi del proprio tessuto vitale di piccole e medie imprese. Per questo chiediamo con decisione che un capitolo ad hoc sulle pmi sia inserito d’ora in avanti in ciascun accordo commerciale».

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.