Pensa al new normal: cosa fermare, cosa iniziare e cosa accelerare

 Pensa al new normal: cosa fermare, cosa iniziare e cosa accelerare

Siamo tornati da poco dalla pausa estiva e ci chiediamo: e adesso?

Quale è la nostra priorità, come capi del nostro business?

Anche se la progressiva uscita dalla crisi del COVID-19 continua a creare un mondo di incertezza, il nostro obiettivo deve essere quello di ricostruire a lungo termine.

Ripensare-decidere come riorganizzare il proprio business. E farlo.

È un allenamento, non un piano da eseguire una volta sola o una data da raggiungere.

McKinsey, importante società di consulenza strategica globale, ha sintetizzato in cinque tappe il percorso che porta dalla crisi attuale alla prossima normalità:

  • Resolve: risolvi-esci dall’emergenza
  • Resilience: resisti
  • Return: rientra con energia
  • Reimagination: ripensa a base zero
  • Reform: inizia un reset profondo del tuo business e della tua attività.

Le dieci azioni per emergere più forti.

1. Fai un atto di volontà e di intenzione

Sei davvero disponibile a ripensare il tuo business a 360 gradi? Ripensa a base zero, come se la tua impresa fosse una start up. Compreso il luogo in cui viene svolto il lavoro, recuperando i vantaggi dello smart working del lockdown.

Valuta per quali funzioni e persone puoi prevedere lo smart working.

2. È necessario fare mosse importanti e strategiche, e farle velocemente.

Esercita la capacità e la volontà di modificare i piani futuri e di gestire cambiamenti strutturali.

Gestire la crisi è una maratona.

Per reinventare i modelli di business per il 2021 e oltre, non tanto per tornare al pre-2020. Procedi per step, ma velocemente.

3. Riduci le iniziative non prioritarie per la tua impresa e per il tuo ruolo, al fine di liberare tempo alla tua leadership. E per occuparti di ciò che è importante davvero.

Costruisci la tua agenda del valore, decidi la tua priorità da oggi alla fine dell’anno.

4. Concentrati su azioni ad alto impatto su quello che porta valore per te e per i clienti.

Quali azioni sono le migliori per il business, dal punto di vista del valore che hai deciso come prioritario?

Esempi:

  • Denaro nel breve, cash flow
  • Modifiche dell’assetto societario
  • Nuovi macchinari, tecnologie
  • Maggiore automazione dei processi relativi alla produzione e ai servizi
  • Nuovi mercati e clienti, ad esempio medici arabi, software per operazioni al cervello

5. Ripresa rapida delle entrate.

Analizza dove guadagni di più e spingi l’acceleratore a vendere quel prodotto o servizio.

Cura il cash flow costante.

Ripensa l’organizzazione per essere più veloce.

Fare le cose velocemente e bene è fondamentale: quello che prima richiedeva una settimana, ora deve succedere in un giorno.

Prendi nota di ciò che avviene troppo lentamente nella tua realtà. E valuta come cambiarlo.

Ciò significa accelerare il tuo processo decisionale.

Elimina le unità aziendali che non fanno parte della crescita futura e spostati rapidamente per finanziare nuove aree di crescita.

Considera la possibilità di cambiare il modo in cui il lavoro viene svolto, che si tratti di condivisione del lavoro, team flessibili o cambi di sede.

Pronti, partenza, via: reinventa l’organizzazione per renderla più veloce.

Fai mosse audaci di riorganizzazione secondo i criteri: Valore e Velocità.

6. Schiera team agili.

La gestione delle persone sarà fondamentale.

Durante la pandemia ci siamo presi cura delle persone, dei nostri dipendenti.

Come possiamo continuare a farlo? Ad esempio, più Welfare.

Come possiamo prenderci cura anche della loro crescita professionale?

Delega-consenti ai tuoi di rischiare, quindi di commettere errori.

Consenti ai leader di domani di assumersi alcune responsabilità, anche parziali, oggi.

7. Continua a investire nell’apprendimento. Tuo e del tuo team.

Aumenta il quoziente tecnologico di tutti i dipendenti. Le capacità tecnologiche devono essere sempre più legate a quello che crea valore per il cliente.

8. Ripensa al luogo dove operi, pianifica per ora e per il futuro.

Il Covid ha cambiato, fra gli altri, le catene di approvvigionamento just-in-time, ad esempio, delle materie prime, e ha ridotto il vantaggio del minor costo del lavoro decentrato.

Pensa come creare partnership con clienti e fornitori sulla base di una catena del valore, come se non ci fossero vincoli. Riprogetta chi fa cosa, con quali vantaggi.

Ciò potrebbe significare il rientro di alcune produzioni e lo sviluppo di strategie regionali, locali.

Tu puoi diventare un’impresa che si propone di fare parti di produzione che prima i tuoi clienti facevano realizzare altrove.

9. Ragiona in termini di sostenibilità.

Alcune misure di stimolo economico, come il Green Deal europeo, sono state collegate a obiettivi relativi alla sostenibilità.

Come puoi collegare la sostenibilità alle opportunità di business?

Ad esempio, esplora i consorzi industriali per stabilire nuovi standard e creare un impatto positivo su larga scala, cerca o ristruttura edifici con fonti di energia rinnovabili…

Ragiona in termini di sostenibilità del tuo business fin dalla sua progettazione, piuttosto che come qualcosa da aggiungere.

10. Fai emergere il tuo ruolo positivo per chi lavora con te: dipendenti, clienti, fornitori, ma anche la comunità nella quale operi.

Rifletti su cosa rappresenta la tua azienda, quali valori, per un processo decisionale etico.

La prossima «normalità» potrebbe anche significare un modo nuovo in cui le aziende si relazionano ai loro governi centrali e del territorio.

È quello che sta emergendo con il Capitalismo degli stakeholders.

 

La frase di oggi:

“Se vuoi qualcosa di nuovo, devi smettere di fare qualcosa di vecchio” – Peter Drucker

 

La “pillola” è tratta dagli incontri della Community PMI: pensa-decidi-agisci, ideata e condotta da Cristina Melchiorri e promossa da A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie.

Cosa ne pensi? E come stai affrontando il new normal? Partecipa alla discussione lasciando il tuo commento qui sotto.

Cristina Melchiorri

Esperta di strategie e management per le PMI e business coach, autrice di libri e docente di management in varie Business School.
Guida Community di Imprenditori imprenditrici e manager per potenziare le loro capacità di crescita nel business.
Dagli incontri delle Community saranno tratte una serie di "pillole" di prossima pubblicazione sul giornale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.