Per Forbes, solo con la giusta amministrazione dei dati si possono attuare strategie di Business Intelligence di valore

 Per Forbes, solo con la giusta amministrazione dei dati si possono attuare strategie di Business Intelligence di valore

Qlik®, leader nella Visual Analytics, e Forbes Insights presentano i risultati di uno studio che rivela che, nonostante sia opinione comune che la Business Intelligence (BI) stia apportando importanti benefici al business, la maggioranza dei professionisti intervistati ritiene che si possa ottenere molto di più.

L’indagine, condotta su oltre 400 senior IT e professionisti, ha mostrato che il 45% degli intervistati pensa che la propria strategia di BI stia portando risultati “molto significativi”, mentre il 36% li valuta come “significativi”. Questioni come i tassi di adozione non ottimali, silos persistenti, molteplici “versioni della verità” e sicurezza dei dati, fanno sì che solo il 48% ritiene di aver ottenuto tutti i benefici derivanti dall’attuazione di strategie di BI.

Da quanto emerge dal sondaggio, la soluzione ai problemi è quella di migliorare la governance per garantire risultati coerenti, affidabili e ottimizzati. Questa forma di amministrazione include punti chiave come la standardizzazione di definizioni e formule, il miglioramento della sicurezza dei dati e l’accesso sicuro. Attraverso queste misure, una migliore governance può concretamente autorizzare gli individui all’interno della società a utilizzare i dati in modo indipendente per raggiungere i propri obiettivi.

«La governance richiede davvero un buon equilibrio, in grado di assicurare continuità e flessibilità allo stesso tempo», ha dichiarato Mike Saliter, VP, Global Industry Solutions di Qlik. «Non esiste una formula perfetta, ma trovare il giusto livello di amministrazione all’interno della cultura aziendale è una componente fondamentale per sfruttare al meglio le potenzialità della BI».

Tra i dati emersi dalla ricerca:

  • Quattro aziende su cinque riscontrano benefici “molto significativi” (45%) o “significativi” derivanti dall’applicazione di programmi di BI. Questi risultati sono coerenti nei diversi settori e aree geografiche.
  • Il 76% degli intervistati ha dichiarato che i benefici della BI, tangibili o no, sono comunque notevoli, come ad esempio: metriche dei clienti migliorate, time-to-market più rapido, aumento del riconoscimento e valutazione del brand e maggiore redditività.
  • I dirigenti riconoscono l’importanza della governance nella BI: il 78% ritiene che sia vitale per lo sviluppo di piani di BI, mentre il 65% riconosce sia utile per consentire agli utenti finali di scoprire nuove intuizioni.
  • Una buona strategia di BI ha le seguenti caratteristiche:
    • Controllo limitato da parte dell’IT
    • Funzioni apposite per un utilizzo indipendente dei singoli utenti
    • Struttura, pianificazione e governance ben definiti
    • Mix perfetto tra approccio centralizzato e non

Per ulteriori informazioni: www.forbes.com/forbesinsights/qlik_bi/

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.