Perché aprire una pagina aziendale Facebook

 Perché aprire una pagina aziendale Facebook

facebook-2

[dropcap]D[/dropcap]iamo inizio alle danze! Oggi inizio una rubrica dedicata a Facebook per le aziende. Bell’impegno, lo so. Premetto: non saranno una serie di lezioni “calate dall’alto”. Vorrei diventasse uno spazio dove poter interagire con voi. Scriverò post soprattutto nell’intento di dare il via ad uno scambio di idee, dar vita ad uno scambio di opinioni finalizzato al miglioramento del contenuto stesso di questa rubrica. Permettere che i dubbi, le domande e le esperienze di uno diventino le risposte, gli approfondimenti e la formazione di tutti. Progetto ambizioso? Chi lo sa! Se non ci proviamo non lo sapremo. Saranno i vostri commenti a dirmi se sto percorrendo la strada giusta o ci sarà bisogno di correggerla.

Mi aspetto domande, opinioni e se costruttive anche critiche. Anzi soprattutto critiche (non troppe però). Sono cresciuto con l’idea che solo il confronto può far crescere e con questo spirito apro questa rubrica.

Perché aprire una pagina Facebook per la propria attività? Cominciamo dal principio. Il perché farlo.
Sottolineiamo un concetto: ho scritto pagine e non profili. Quindi, se hai aperto un profilo privato chiamandolo col nome della tua attività, direi che è giunto il momento di trasformarlo in pagina aziendale (se non sai come fare pazienta, continua a seguire la rubrica e vedrai che risponderò anche a questo). Se non hai ancora fatto approdare la tua attività su Facebook, qui troverai buoni motivi per farlo. Ma fai attenzione. Di facile non c’è nulla. Facebook e il web di certo non sono la panacea di tutti i mali. Serve pazienza, molta pazienza. Ma i risultati, pur non essendo dietro l’angolo, se si fanno i giusti passi con costanza sono assolutamente raggiungibili e, ti garantisco, tangibili.

Una pagina Facebook va curata, seguita e nutrita con i giusti contenuti. Qui ti parlerò dei motivi per cui dovresti aprirne una. Come fare, come redigere un piano editoriale, come comporre e pubblicare i contenuti correttamente o come programmare i post saranno argomenti delle prossime settimane. Un passo alla volta. Facebook sembra un “giochino” ma è uno strumento complesso. Non per nulla ho scelto di aprire questa rubrica settimanale.

Eccoti i principali motivi che ti dovrebbero convincere ad aprire una pagina aziendale o, se ce l’hai ma è abbandonata al suo destino dopo una breve luna di miele iniziale, a reinvestire del tempo per renderla finalmente un potente strumento di marketing.

1. Per raggiungere oltre 24 milioni di italiani: prima grande verità. Non posso dirti che su Facebook “ci siano tutti”, ma non ti basta sapere che ci sono 4 italiani su 10? Ho incluso anche i neonati e gli ultra ottantenni in questa statistica. E se sei ancora fra i pochi che pensa che sia popolato solo da ragazzini ti posso dire che:

  • l’86% di chi ha una connessione Internet ha un profilo su Facebook;
  • gli uomini rappresentano poco più della metà della popolazione, il 52% contro il 48% di donne;
  • tutte le fasce di età sono equamente rappresentate: il 20% ha tra i 36 e i 45 anni, il 19% tra i 19 e i 24 anni; solo gli over 56 non raggiungono la doppia cifra, per il momento;
  • più del 70% degli utenti iscritti si connette quotidianamente. Nel 2011 era il 60%. Questo incremento è sicuramente da imputare alla diffusione degli smartphone e delle applicazioni che facilitano enormemente l’accesso al web e quindi ai social;
  • la diffusione degli smartphone, oltre ad aver fatto alzare la percentuale di utenti che si connettono quotidianamente, ha spostato la navigazione sul web da postazione fissa a mobile. Nel 2011 era del 35% circa, oggi è oltre il 50%.

2. Migliora le vendite. Come direte voi? Potenziando l’effetto del passaparola. Se i vostri clienti sono soddisfatti di voi attraverso i check-in, le referenze, le condivisioni sarete in grado di far espandere la popolarità del vostro brand sfruttando le cerchie di amicizia dei vostri fans. Le referenze hanno sempre avuto peso negli affari. Con i social le referenze tramite il passaparola acquistano due nuove caratteristiche rispetto al passato: sono scritte, quindi rimangono sul web. Possono essere lette a distanza di giorni, se pubblicate come recensioni sulla vostra pagina, se non si possono definire eterne, direi che almeno è corretto affermare che la loro vita è vincolata a quella della vostra fanpage. Oggi grazie ai social stiamo osservando un nuovo fenomeno: gli utenti prima di effettuare un acquisto si informano sul web e vengono condizionati dai pareri positivi rilasciati dai loro amici. E indovinate un po’ dove trovano questi consigli e pareri? Su Facebook, principalmente.

3. Per migliorare il proprio Servizio Clienti: sì hai letto bene. Facebook ti permette di allestire un Servizio Clienti al pari di una grande azienda. Ti permette di rispondere alla domande dei tuoi clienti,  tamponare eventuali incomprensioni o critiche che se non canalizzate sulla tua pagina potrebbero essere manifestate altrove creandoti gravi danni. Mostrando che vi preoccupate di loro, dei vostri clienti, rispondendo ai loro quesiti vi permetterà di veder accrescere la vostra reputazione. E tutto il lavoro, la cura impiegata per rispondere ad uno solo di loro sarà allo stesso tempo sotto gli occhi di chiunque acceda alla vostra pagina andando piano piano a comporre una vera e propria sezione FAQ.

4. Per fidelizzare. Per trasformare il vostro marchio in una community. Cosa di meglio di una pagina Facebook per accogliere i vostri clienti e piano piano, contenuto dopo contenuto, risposta dopo risposta costruire attorno al vostro brand una community? Le pagine Facebook sono un ottimo strumento per mantenere il contatto con i vostri clienti tra un acquisto e l’altro. Vi permette di attuare quella che chiamerei tecnica del massaggiatore. Che cosa è? Vi siete mai accorti che un bravo massaggiatore, anche passando da una zona all’altra, non stacca mai entrambe le mani da voi mantenendo costante il contatto? Sapete perché lo fa? Per creare empatia. Per rilassarvi. Per evitarvi quell’ancestrale sensazione di abbandono che vivreste se interrompesse anche solo per un istante il contatto. Ecco. La fanpage di Facebook vi permette questo: mantenere il contatto con i vostri clienti che, sentendosi “viziati”, coccolati torneranno da voi nel momento di fare l’acquisto.

5. Essere sui social migliora la vostra presenza sui motori di ricerca. Ricorda che le fanpage sono indicizzate dai motori di ricerca. Perché precludersi anche questa opportunità di essere trovati come brand da una ricerca fatta con Google?

Adesso vorrei conoscere la tua opinione. Che cosa ne pensi? Hai domande da fare? Dubbi? Altri validi motivi che a me sono sfuggiti? La tua opinione non solo è gradita ma oltremodo richiesta.

PS: Ti aspetto la prossima settimana. Tema del Post: Perché aprire una pagina aziendale e non un profilo privato per la tua attività.

Mirko Saini
Logo-Linkedin-piccolo

Mirko Saini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.