Piattaforme per e-commerce: come e quali scegliere

 Piattaforme per e-commerce: come e quali scegliere

Ci sono delle scelte nella vita a cui non si può sfuggire, tra queste ce n’è una con cui ogni gestore di e-commerce si confronta almeno una volta nella vita: a quale piattaforma affido il mio negozio online?

Se anche tu sei alle prese con questo grande dubbio, non preoccuparti c’è una soluzione sia per ogni imprenditore che si avvicina per la prima volta al commercio elettronico, sia per chi ha già esperienza nel settore ma desidera un sistema più efficiente per il proprio business.

Vediamo insieme quali sono le tipologie di piattaforma e-commerce esistenti e soprattutto gli elementi da considerare per fare la scelta ideale.

Tipi di piattaforma: di cosa hai bisogno?

Il mercato offre essenzialmente tre tipologie di piattaforma:

SISTEMI IN AFFITTO

Sono piattaforme “preconfezionate” che permettono di caricare e vendere i prodotti pagando un canone mensile o annuale. Si tratta dei cosiddetti sistemi a “pacchetto” che vengono venduti in serie e prevedono costi aggiuntivi per ogni eventuale personalizzazione: grafica, pagine, contenuti, servizi etc.

Il loro lato negativo è che si è legati al fornitore del servizio e di conseguenza ogni eventuale modifica o implementazione deve essere sottoposta a richiesta e subisce, nel caso, un rincaro.

La tariffa della versione base può essere conveniente, ma a quale prezzo? Di fatto non è possibile essere i veri padroni della propria piattaforma!

PIATTAFORME PROPRIETARIE

Queste, contrariamente alle precedenti che sono costruite in serie, vengono sviluppate su misura in base alle esigenze del richiedente, a partire da zero.

I tempi di realizzazione sono piuttosto lunghi, diversamente da quelle in affitto che permettono di aprire un negozio in un tempo limitato. Anche i costi salgono.

Questo tipo di e-commerce richiede un serio investimento iniziale da dedicare esclusivamente allo sviluppo del sito, quindi bisogna fare un po’ i conti con il budget complessivo da dedicare poi ai contenuti, all’ottimizzazione SEO e tutte le altre attività di marketing per fare decollare il proprio business online.

Il vantaggio è sicuramente avere tra le mani un prodotto finale sartoriale, costruito appositamente per te. Attenzione però: molte delle aziende che si occupano di sviluppare sistemi di questo tipo tendono a non rilasciare i file con il codice sorgente, di conseguenza correresti il rischio di essere legato a chi ti sviluppa il sito. Valuta bene quindi l’investimento perché se un domani vorrai cambiare azienda fornitrice potresti avere grossi problemi.

E poi ci sono le cosiddette PIATTAFORME OPEN SOURCE

I sistemi Open Source sono chiamati anche FLOSS ( Free Libre Open Source Software) dove il termine free ha l’accezione di libero e aperto. In poche parole, questi programmi possiedono una licenza GNU (General Public License) che permette a chiunque di modificarli, indipendentemente dal fornitore, a patto di lasciarli liberi per ulteriori aggiornamenti futuri. Ciò permette di avere programmi sempre aggiornati e una tecnologia aperta a qualsiasi test e miglioria.

Oggi i sistemi Open Source sono i più diffusi per la realizzazione degli e-commerce, sul mercato se ne trovano tanti. Sicuramente avrai sentito parlare di Prestashop, Magento, WooCommerce (l’estensione per e-commerce di WordPress) oppure OpenCart. Bene, tutte queste piattaforme fanno parte della grande famiglia di sistemi open source per e-commerce.

Ti parlo in particolare di Prestashop che ho modo di gestire e usare quotidianamente per i diversi dei nostri progetti e-commerce.

Questo sistema offre almeno 5 vantaggi per chi vende:

  1. Innanzitutto è una piattaforma scalabile: è costruito con diversi moduli che permettono di modificare l’e-commerce senza toccare il cuore del sistema. I moduli che si possono installare sono veramente tanti, ne abbiamo elencato dieci proprio qui.
  2. La gestione è molto facile e intuitiva sia per chi acquista che per chi gestisce il negozio online (con le dovute ottimizzazioni).
  3. Parte già con una buona ottimizzazione strutturale, SEO e di usabilità. Il tutto va naturalmente settato anche sulla base del template che si vuole utilizzare e sul tipo di attività che si vuol avviare online.
  4. La comunità dell’Open Source è molto attiva online: esistono diverse community dove è possibile interfacciarsi con professionisti ed esperti in caso di problemi e dubbi sul sistema. Inoltre, non manca la diffusione di plugin e aggiornamenti che possono risolvere eventuali bug o altri errori, permettendo alla piattaforma di essere sempre efficiente e aggiornata.
  5. È indicata anche per i venditori che hanno un negozio fisico, perché consente di integrare il software gestionale all’interno dell’e-commerce permettendo di gestire tutto in un’unica interfaccia.

Prestashop è una piattaforma indicata in particolare per chi deve gestire un sistema complesso caratterizzato, per esempio, da un catalogo con differenti categorie e sottocategorie di prodotto, una grossa quantità di clienti, ordini e spedizioni o chi vuole proporre un’offerta articolata fatta di sconti per determinati prodotti.

Se, invece, il tuo sito nasce in WordPress, per esempio come un blog o una testata e vuoi aggiungere uno spazio anche per vendere prodotti, puoi usare Woo-Commerce, il plugin  di WordPress per e-commerce. Ti basta installarlo per poter subito caricare e vendere i tuoi articoli. Anche qui, come per ogni piattaforma, l’attività di ottimizzazione è essenziale.

Come vedi le possibilità sono tante, io non posso, a priori, consigliarti una soluzione invece che un’altra perché occorrerebbe leggere e analizzare il tuo progetto individuando le tue esigenze di business e, in base a queste considerazioni, scegliere la piattaforma più adatta.

I miei consigli possono comunque servirti ad individuare il tipo di piattaforma che potrebbe essere utile al tuo business online, tuttavia ti suggerisco di non limitarti a questo articolo: leggi e informati, ricordando che il web è una miniera d’oro ma una chiacchierata con un esperto del settore può essere illuminante!

Filippo Sogus
SEO Manager
Strogoff srl
www.strogoff.it

Filippo Sogus

SEO Manager in Strogoff

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.