Project management. Qualcosa di più di una tecnica

 Project management. Qualcosa di più di una tecnica

Project-Management-2

[dropcap]R[/dropcap]itengo che nel 2015 sentiremo con forza l’impatto della recente norma UNI ISO 21500/2013 sui processi di Project Management.

E del resto: chi sul lavoro e nella professione può dirsi esentato da ideare, scrivere, gestire o valutare progetti?

Una campagna pubblicitaria è un progetto!

L’adozione di un nuovo software è un progetto!

L’avvio di un nuovo prodotto/servizio è un progetto!

Per i Project Manager di ogni azienda e settore, inoltre, si aprirà una opportunità molto forte di certificazione e iscrizione ad albo professionale – negli ambiti attualmente riconfigurati dalla nuova Legge 4 del 14/01/2013 sulle professioni (cfr ASSIREP).

Ma non si tratta solamente di possedere una tecnica di programmazione e gestione dei tempi e delle risorse efficace, in quanto il project manager è a tutti gli effetti un manager, anche se solo per una parte del suo lavoro e anche se solo per un progetto. Le nuove norme standardizzate, infatti, annoverano anche formalmente tra le competenze necessarie del buon project manager le seguenti:

  • leadership, negoziazione, team building/team working, problem solving, public speaking, ecc…
  • con ulteriori completamenti e declinazioni, quali:
  • motivazione e orientamento al risultato;
  • gestione conflitti e crisi;
  • etica.

Credo che sul Project Management si possa costruire una nuova stagione di proposte congiunte, composte da hard e soft skills, da rappresentare in molti ambiti già sperimentati o nuovi, dove la certificazione delle competenze (o la preparazione agli esami presso gli appositi organismi) potrebbe essere il valore aggiunto delle possibili iniziative.

Cesare Bentivogli
Senior partner presso Plan soc. coop. Bologna

plan_logo_02

Cesare Bentivogli

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.