Quando i Social Network possono aiutare le pmi a diventare più competitive ed ecologiche

 Quando i Social Network possono aiutare le pmi a diventare più competitive ed ecologiche

greeneconet-1

[dropcap]G[/dropcap]razie a una nuova piattaforma europea per l’eco-innovazione si potrebbe presto sviluppare una rete eco-sociale per piccole e medie imprese (pmi). Il progetto GreenEcoNet, con una dotazione finanziaria di 1.144.189,00 euro (di cui 999.968,00 derivanti dal Settimo programma quadro, FP7), è operativo da giugno 2014 mediante un sito Web, che fornisce studi di casi sull’eco-innovazione, strumenti, orientamenti d’esperti, forum di discussione e notizie. Scopo finale del progetto è diventare così interattivo, da fare si che il sito Web si evolva in uno strumento di rete, in grado d’aiutare le pmi a incontrarsi e collaborare. Il sito potrebbe diventare un mercato elettronico per prodotti, servizi e modelli operativi più ecologici, un LinkedIn per pmi.

Un’altra finalità del progetto è creare un database di soluzioni per pmi, alle quali altre pmi abbiano accesso. Le soluzioni riguarderebbero una serie d’ambiti tecnologici, dai materiali a base biologica agli edifici, ai mezzi di trasporto e alle emissioni di gas serra. A oggi, è stato fatto l’upload di soluzioni da parte di Belgio, Germania, Grecia, India, Paesi Bassi e Regno Unito. Un esempio proveniente dai Paesi Bassi è Aad de Wit Verhuizingen, un’impresa che propone traslochi a zero emissioni grazie alla sua flotta di furgoni elettrici.

Dal punto di vista degli strumenti, questa piattaforma per l’eco-innovazione confronta codici di sostenibilità, strumenti di misurazione e mappatura, che possono aiutare le pmi a ridurre il proprio impatto ambientale.

GreenEcoNet si distingue da altre piattaforme online, che mettono a confronto strumenti utili in tema di eco-innovazione, poiché tenta d’incoraggiare la condivisione d’informazioni dal basso da parte delle pmi, anziché fornire loro quasi esclusivamente informazioni. La piattaforma EcoWeb, per esempio, compara i risultati di ricerche di cui le pmi possono usufruire, mentre InnovationSeeds raccoglie i risultati dei progetti di ricerca approdati alla fase di verifica, assegnando loro uno specifico livello di preparazione tecnologica.

La sfida di GreenEcoNet è garantire la partecipazione attiva e collaborativa delle pmi sulla piattaforma, cercando il più possibile di capire come reagiscono le aziende. Poiché le pmi apprendono nuove conoscenze soprattutto mediante processi collaborativi, il ricorso a un approccio basato sui social network potrebbe essere il metodo migliore per promuovere l’assimilazione dei risultati delle ricerche ottenute; inoltre, una parte consistente dell’attività delle pmi è per natura radicata sul territorio e, dunque, sarebbe importante mettere in contatto tra loro aziende, che potrebbero essere geograficamente vicine senza però conoscersi.

Sinora l’iniziativa, che terminerà a giugno 2016, è stata ben accettata dalle aziende e, al fine di aumentare i feedback positivi, è stata prevista la partecipazione del progetto a eventi di networking e workshop ed è stato richiesto alle Camere di Commercio e altre organizzazioni di fornire informazioni sul portale ai propri membri.

Un’evoluzione di GreenEcoNet in un social network indipendente potrebbe non avvenire in tempi brevi e andare oltre la durata del progetto; tuttavia, questo esperimento servirà a verificarne la fattibilità. L’obiettivo è mettere le pmi in contatto tra loro, creando un mercato elettronico d’opportunità legate all’eco-innovazione.

Dr.ssa Paola Fiore | Sustainability Management & Communications Specialist
ETICAMBIENTE® Sustainability Management & Communications Consulting

Consulenza per l’Alta Direzione in Gestione, Formazione e Comunicazione Sostenibile di Impresa
Strategie di Responsabilità Sociale per Imprese Innovative dell’Industria e del Terziario Avanzato
Web: http://www.eticambiente.com
Blog: http://www.eticambiente.com/blog
LinkedIn: http://linkedin.com/in/paolafiore
Twitter: http://twitter.com/paolafiore
Facebook: http://on.fb.me/1saL3vQ

Paola Fiore

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.