Regione Lombardia: Frim Linea 8 – "Start up" e "Re Start"

 Regione Lombardia: Frim Linea 8 – "Start up" e "Re Start"

Il Fondo di Rotazione concede agevolazioni finanziarie per favorire l’avvio e lo sviluppo di nuove imprese lombarde (Start Up) e supportare il rilancio di imprese esistenti (Re Start).
Le risorse a disposizione sono complessivamente 30 milioni di euro, così suddivisi:
– 2 milioni per contributi a fondo perduto pari al massimo a 5.000 euro per azienda;
– 5 milioni per voucher di circa 30.000 euro per servizi di affiancamento all’avvio/rilancio di impresa;
– 23 milioni di finanziamenti diretti a rimborso la cui entità varia da un minimo di 15.000 euro ad un massimo di 100.000 euro, sino al 100% delle spese ammissibili.
Di seguito forniamo i criteri di assegnazione delle risorse, precisando che i termini di presentazione delle domande saranno pubblicati il 23 ottobre p.v.

SOGGETTI BENEFICIARI PER CONTRIBUTO € 5.000
Start up d’impresa
1) Aspiranti imprenditori che completano l’iscrizione al registro delle imprese in una CCIAA della Lombardia entro 90 gg dal decreto di approvazione dei Business Plan ammessi;
2) Start up innovative (art.25 Legge 221/2012) iscritte all’apposito registro presso una delle CCIAA della Lombardia;
3) MPMI iscritte al registro delle imprese di una delle CCIAA della Lombardia, da non più di 24 mesi.

RE START
1) MPMI iscritte al registro delle imprese di una delle CCIAA della Lombardia da non più di 24 mesi e derivanti da:
a) Impresa preesistente attraverso la costituzione di nuova impresa (Newco) o lo sviluppo di un’area aziendale (Spin off);
b) In forma di cooperativa da lavoratori espulsi dal mondo del lavoro e/o da cooperative che rilevano attività in dismissione.
2) Impresa sociale, costituita da non più di 24 mesi, con l’obiettivo di riconversione totale o parziale di aziende in crisi
3) PMI che da non più di 24 mesi dalla data di presentazione della domanda, assumono un dirigente il quale realizza un investimento diretto nel capitale sociale dell’azienda di
minimo 50.000 euro
4) PMI con un piano di rilancio aziendale ammesso ai sensi del bando POR FESR Piani di Rilancio aziendale.

ITER
Selezione dei beneficiari sulla base dei BUSINESS PLAN presentati, con procedura valutativa, a sportello e secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda, fino ad esaurimento
delle risorse disponibili.
Due gli aspetti valutati:
– Economico-finanziaria: condotta con tecniche di credit scoring
– Tecnica/Innovazione:
– per imprese START UP: valutazione dell’innovazione, programma di investimento, struttura Organizzativa, Posizionamento rispetto al mercato;
– per imprese RE START: piano di rilancio, programma di investimento, struttura organizzativa.

SOGGETTI BENEFICIARI PER CONTRIBUTO MASSIMO DI € 30.000
Soggetti beneficiari
Imprese selezionate a seguito di positiva valutazione del Business Plan.

ITER
Incrocio fra la richiesta di affiancamento da parte dell’impresa e l’offerta dei servizi da parte dei fornitori selezionati, effettuata mediante Nucleo di Valutazione appositamente istruito.
Il Voucher sarà concesso a seguito della stipula di un contratto di servizio con il soggetto fornitore prescelto. Nel caso di fornitori titolari MPMI, si precisa che i servizi prestati non saranno oggetto di contributo regionale. L’entità del contributo sarà proporzionata alle esigenze del servizio (logistiche, consulenziale-tecnica) e sulla base del periodo di fruizione.
I servizi saranno acquistabili presso la rete di fornitori individuata entro 36 mesi dalla data di approvazione del Business Plan.
L’erogazione avverrà in una o più tranche a rendiconto delle spese.

SOGGETTI BENEFICIARI DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI
Soggetti beneficiari
Imprese selezionate a seguito di positiva valutazione del Business Plan che realizzano i loro programmi di investimento entro massimo 24 mesi dalla data di concessione del finanziamento.

FORMA E MISURA DEL CONTRIBUTO
• Finanziamento diretto di durata 7 anni, di cui 1 anno di pre-ammortamento, al tasso 0,5%
• Importo: minimo 15.000 euro e massimo 100.000 euro sino al 100% delle spese ammissibili.
• Erogazione: a scelta del beneficiario fino ad un massimo di tre tranche

SPESE AMMISSIBILI
• Investimenti e acquisto di beni strumentali per avvio/rilancio attività
• Spese di comunicazione,
• Costi del personale
• Licenze di sfruttamento economico, brevetti industriali, licenze software

ITER
Istruttoria e valutazione, effettuata da parte di Finlombarda, della coerenza e congruità del
programma d’investimento e della copertura finanziaria.

Per informazioni
EUROPARTNER SERVICE Tel.02/6672181 – Fax 02/66712428
Dott. Franco Di Leo – f.dileo@europartner.it

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.