Ripresa e incentivi spingono l’occupazione

 Ripresa e incentivi spingono l’occupazione

piccole-imprese-2

[dropcap]L[/dropcap]e piccole imprese continuano ad assumere e  dopo la prima inversione di tendenza, registrata nel II semestre del 2014, prosegue la crescita occupazionale nel I semestre del 2015 (+0,1%): si tratta del messaggio più interessante che emerge dall’indagine realizzata da Fondazione Impresa presso le aziende con meno di 20 addetti.

L’occupazione cresce grazie alla ripresa delle principali variabili economiche (nel I semestre 2015 produzione/domanda +0,3%, fatturato +0,2%, ordini +1,6%, export +1,6%) e le piccole imprese hanno scelto nel 63,5% dei casi la formula del tempo indeterminato. Si tratta di un segnale che indica la sostanziale validità dello sgravio contributivo introdotto dal governo per il 2015 che in quasi 6 casi su 10 è stato la determinante della scelta di assunzione a tempo indeterminato. In effetti, senza la decontribuzione totale INPS sul costo del lavoro il 45,3% delle piccole imprese che ha assunto personale nel I semestre del 2015 avrebbe scelto un’altra forma contrattuale (più flessibile) mentre il 13,2% non avrebbe nemmeno assunto. Lo sgravio del costo del lavoro si è inserito puntualmente in una fase caratterizzata da ripresa della fiducia imprenditoriale sostenendo così le scelte di ampliamento d’organico da parte delle piccole imprese.

Gli sgravi hanno rafforzato le decisioni aziendali che erano comunque “guidate” da esigenze di introdurre personale in pianta stabile: in effetti, il residuo 41,5% delle piccole imprese che ha assunto a tempo indeterminato sostiene che avrebbe scelto questa forma contrattuale anche senza l’incentivo.

Scarica lo studio pubblicato in anteprima da Il Sole 24 Ore del 24 agosto 2015 XI OSSERVATORIO FONDAZIONE IMPRESA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.