Safe working, contributi alle imprese lombarde per sostenere la ripresa

 Safe working, contributi alle imprese lombarde per sostenere la ripresa

La Regione Lombardia promuove la Misura “Safe Working” per sostenere le micro e piccole imprese lombarde che sono state oggetto di chiusura obbligatoria in conseguenza all’emergenza epidemiologica Covid-19: gli aiuti sono finalizzati all’adozione di misure adeguate alla ripresa in sicurezza dell’attività d’impresa sia per i lavoratori, sia per i clienti/utenti, sia per i fornitori.

Lo stanziamento complessivo è pari a 19.180.000 euro.

I beneficiari sono le micro e piccole imprese aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti nei settori del commercio al dettaglio, dei pubblici esercizi (bar e ristoranti), dell’artigianato, del manifatturiero, dell’edilizia, dei servizi, dell’istruzione e dello sport.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto, fino al 60% delle spese ammesse per le piccole imprese e fino al 70% per le micro imprese. Il contributo è concesso nel limite massimo di 25.000 euro e l’investimento minimo è fissato in 2.000 euro. Sono ammissibili spese sostenute a partire dal 22 marzo 2020.

Le domande di contributo corredate dalla rendicontazione devono essere presentate entro il 10 novembre 2020.

Per i dettagli, consulta la pagina della Regione con tutta la documentazione.

Fonte: cliclavoro

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.