Segnali positivi sulla domanda di lavoro

 Segnali positivi sulla domanda di lavoro

Le ore di cassa integrazione effettivamente utilizzate dalle imprese hanno mostrato un netto calo nel terzo trimestre dell’anno. Il dato, finora inedito, è contenuto nella nuova pubblicazione “Tendenze del mercato del lavoro”, diffusa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

La pubblicazione riporta anche altri indicatori di miglioramento della domanda di lavoro: il saldo tra attivazioni e cessazioni è tornato a essere positivo e le ore lavorate sono in aumento. Questi segnali non si sono riflessi sull’occupazione complessiva, spiega la pubblicazione del MLPS, perché «la ripresa del ciclo eco­nomico è accompagnata inizialmente da un aumento dell’intensità di utilizzo del fattore lavoro (ri­assorbimento delle unità poste in Cig e maggiore uti­lizzo dello straordinario). Solo con il consolidarsi della fase espansiva e con il miglioramento delle aspettati­ve, le imprese decideranno di assumere nuovo perso­nale. Per questa ragione, si registrano maggiori ritardi nell’aggiustamento dei livelli occupazionali rispetto all’andamento del ciclo economico».

La ripresa della domanda di lavoro è trainata soprattutto dal settore manifatturiero, ma le ore lavorate sono in aumento anche nel settore delle costruzioni, che nel terzo trimestre ha fatto registrare il primo aumento congiunturale (+0,7%) dopo otto trimestri consecutivi di contrazione. Resta invece debole la situazione nei servizi, dove si riscontra una aspettativa di miglioramento occupazionale soltanto nel comparto del commercio.

“Tendenze del mercato del lavoro” è un ulteriore passo nella revisione degli strumenti di comunicazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Dopo il rinnovamento del sito www.lavoro.gov.it, questo bollettino, disponibile in Pdf on line, consente di fare il punto periodicamente sugli aspetti più signi­ficativi del mercato del lavoro. È anche in preparazione un data base statistico accessibile dal sito e costantemente aggiornato per garantire l’attualità delle informazioni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.