Selezione del personale: l’importanza della job description

 Selezione del personale: l’importanza della job description

job-1

[dropcap]Q[/dropcap]uanto fa perdere in soldoni un’assunzione sbagliata? Il calcolo ovviamente può essere soltanto empirico ma vi ci sono cimentati in tanti, compreso il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. Sbrigativamente qualcuno ha stimato che il costo aziendale è più o meno pari ad un anno intero della retribuzione lorda del dipendente. Un recente studio del PageGroup, fra i leader mondiali nel campo del recruitment, ha azzardato qualche cifra, includendo nel conto anche l’incidenza dei mancati guadagni. Nel settore finanziario un errore di selezione manderebbe in fumo circa 35 mila euro e nel ramo vendita provocherebbe mediamente una rimessa di 44 mila euro. Se poi non si è azzeccata la scelta di un ingegnere il danno sarebbe quantificabile in 58 mila euro.

Le ragioni per le quali un’azienda si mette in casa un soggetto che disattende le aspettative sono molteplici. Quasi sempre però dipendono da una sorta di peccato originale: una falsa partenza. Il primo e più importante tassello per la costruzione di una selezione di successo risiede infatti nel definire esattamente chi è la persona che si sta cercando. In questa fase preliminare sta dentro quasi il 50% del lavoro di chi si occupa dell’attività di selezione.

La definizione precisa e dettagliata del profilo professionale che si intende ricercare tecnicamente viene chiamata “job description” (descrizione del ruolo e delle sue funzioni). L’esperienza ci ha insegnato che non aver redatto la job description in modo appropriato o pensare che bastasse “averla chiara in testa”,  il più delle volte si è trasformato in un triste fallimento. Non bisogna avere l’idea che questa sia un’attività burocratica o un dettaglio secondario. Essere accurati e meticolosi nella stesura del profilo da ricercare non è tempo perso, ma si tratta di un investimento assolutamente necessario per la buona riuscita dell’intero processo.

Il modulo che utilizziamo per avviare una ricerca in OSM Lavoro, la sezione che si occupa di recruitment nel nostro gruppo, è un malloppo di sette pagine articolato in 31 voci. Sono strutturate per mettere il più possibile a fuoco l’ambiente in cui è previsto l’inserimento (in un punto chiediamo ad esempio anche di indicare sotto quali aspetti l’azienda committente si distingue dalle concorrenti), i requisiti che deve possedere la figura da individuare, le specifiche funzioni  del ruolo da ricoprire, quali opportunità di crescita professionale sono contemplate e così via.

Partire con il piede giusto fa insomma una grande differenza. Una job description ben redatta in definitiva è essenziale. Per esserlo deve contenere un profilo scritto, chiaro e definito, realistico e accordato tra tutti gli attori della selezione. E sarà tanto più attrattiva se corredata da un’ offerta di valore dettagliata e interessante, che consenta di redigere un annuncio mirato e appetibile così da produrre una rosa di candidati più ampia possibile.

Federica Broccoli
Responsabile OSM LAVORO – Analisi e Selezione del Personale

Federica Broccoli

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.