Sitoweb aziendale: istituzionalità, storytelling e inbound marketing

 Sitoweb aziendale: istituzionalità, storytelling e inbound marketing

website-1

[dropcap]A[/dropcap]vere un blog non basta cari imprenditori!
Eh sì, se da un lato il blog vi aiuta nella comunicazione di prodotto e nel posizionamento organico dei motori di ricerca, dall’ altro non vi aiuta nella comunicazione istituzionale. Cosa possiam fare per risolvere questo aspetto?E’ necessario crearsi un vero sitoweb!

Quando parlo di sitoweb (o website in inglese) mi riferisco alla definizione, in particolar modo alla versione dinamica, di Wikipedia:
COME CITAZIONE INSERIRE Un sito web o sito Internet (anche abbreviato in sito se chiaro il contesto informatico) è un insieme di pagine web correlate, ovvero una struttura ipertestuale di documenti che risiede su un server web.

Utilizzando questo strumento l’azienda si presenta al mercato mostrando il lato più istituzionale, smussato poi con l’aggiunta della sezione per il blog come vi anticipavo parlando di Blog aziendale e Storytelling.

Come costruire un sitoweb da nuovo?
Siete spaventati perché creare da nuovo il sitoweb, o il suo aggiornamento, richiede molto tempo? Non preoccupatevi, è arrivato il momento di organizzare il reparto marketing ed eventualmente affidarvi a una consulenza esterna. Elena è tutto qui? No, con questo articolo desidero scrivervi input utili nel definire i macro passaggi che vi permettono di impostare il piano di lavoro.

Se non avete la più pallida idea di dove iniziare ma sopratutto di cosa scrivere nelle pagine, vi consiglio in un primo momento di non andare nel panico. Nei vostri uffici, sulle vostre scrivanie e nella vostra esperienza (vostra e dei vostri collaboratori), vi sono tutte le informazioni necessarie.

Successivamente prendete i vostri concorrenti più forti, al massimo 3, e analizzate ogni pagina, ogni testo, ogni commento (se ve ne sono), come si presentano. Con questo non vi suggerisco di copiare ma di migliorare quanto i vostri vicini di casa stanno creando, sicuramente alcuni aspetti avranno successo e altri un po’ meno 😉

Una volta risposto a queste analisi, definite la vostra finalità (perché state creando un sito web) e quali sono gli obiettivi che volete raggiungere.
A seguire quest’ attività è composta da numerosi step, in realtà Webhaolic con la sua infografica ne individua 26, che tento di riassumerveli in 10 punti di seguito:

  1. definire la struttura tecnica, dove intendo l’acquisto del dominio, l’hosting e la piattaforma di base,
  2. individua lo scopo, business e professional? e-commerce?
  3. ponderate l’equilibrio fra forme e colori, il design e gli sfondi, gli spazi per l’advertising e le pop-up, i pulsanti e le loro dimensioni compresi quelli social, le dimensioni e la tipologia del carattere…
  4. individuate la tua sitemap, cioè i flussi di navigazione che il cliente dovrà poi effettuare una volta arrivato sul vostro sito internet
  5. non dimenticate di ottimizzate il portale per i diversi browser, per la risoluzione dello schermo e le ricerche nei motori di ricerca
  6. è necessario prevedere gli spazi per inserire i canali social, eventuali registrazioni in cambio di benefit…
  7. ricordatevi di inserire i link di tracciamento, come Google Analytics per monitorare la navigazione del vostro cliente: ciò che interessa di più ma anche ciò che viene abbandonato
  8. valutate la sicurezza del tuo sito e di riportare tutti i dati legali nel footer (la parte in inferiore)
  9. pensare a cosa verrà scritto in quella sezione specifica, se pur una bozza, aiuta il team a focalizzare l’attenzione solo sul necessario
  10. ragionare in modalità work in progress (ma non troppo!) è un aspetto essenziale nella gestione del team 😉

Elena Mazzali
Transmedia Web Editor & Content Curator

Elena Mazzali

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.