Social media marketing… efficace per la ripresa?

 Social media marketing…  efficace per la ripresa?

Come ho già sottolineato in diversi interventi e come ormai è chiaro alla maggior parte delle aziende italiane, le tecnologie e gli strumenti legati alla rete digitale sono il percorso obbligato perché ogni attività rimanga aggiornata.

La risposta più diretta e semplice alla domanda se il social media marketing sia efficace per la ripresa è sì. Ma non è la sola. Non esiste una soluzione “unica” e “spot” per un problema di questo genere; in effetti non esiste una soluzione facile per quasi nessuno dei problemi che vengono affrontati da ogni pmi.

È cosa certa comunque che le statistiche legate al mondo “social” in particolare – e al mondo “digital“ in generale – siano in continua crescita e da alcuni anni siano in controtendenza con la crisi che ha colpito ogni altro settore economico e commerciale.

Quindi in questo caso non parliamo più di ipotesi, opinioni o previsioni, ma al contrario prendiamo atto di un ben definito e riconosciuto incremento del business di quelle realtà che per prime si sono affacciate a questo tipo di comunicazione, diametralmente opposto all’ormai obsoleto rapporto “televisivo unidirezionale”.

I social network nel loro insieme rappresentano comunque una parte importante nella digitalizzazione che sta avvenendo nel mondo e quindi l’attenzione che deve essere posta al loro utilizzo come piattaforma di comunicazione e vendita deve essere all’altezza delle aspettative della rete e deve pertanto seguire delle “regole” basilari, nate dalla rete stessa.

Il coinvolgimento dell’utente è della massima importanza
L’interazione è il punto cardine di tutta la tecnologia digitale e in particolare nei social network; questa risorsa deve essere utilizzata nel migliore dei modi ponendo particolare attenzione a ogni piccola mossa e risorsa dedicata a questo canale.
L’errore più comune è la sottostimata necessità di contenuti adeguati e di investimenti necessari a un corretto risultato.
La motivazione per la quale si cade spesso in questo errore è la mancanza della fiducia necessaria a uscire dalla propria “zona di comfort” nella quale siamo stati abituati a rimanere anno per anno, pianificando le stesse azioni di marketing e tentando di riportarle intatte su di uno strumento di comunicazione le cui regole – come ho già fatto notare – sono diametralmente opposte a quelle del mercato con il quale ci siamo confrontati finora.

Stefano Calzolari
AIR-ATLANTIS srl
cell. 366.9359910

Stefano Calzolari

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.