Social networks: l’invasione delle GIF animate

 Social networks: l’invasione delle GIF animate

gif-2

[dropcap]S[/dropcap]ui social è il momento delle GIF animate. Che cosa sono? Il formato ‘gif’ nel mondo grafico è di per se molto diffuso, soprattutto su internet; ed una delle caratteristiche che ne hanno decretato la popolarità è stata proprio la sua versatilità in fatto di creazione di immagini animate: le ‘gif animate’, appunto.

Ora, l’utilizzo di gif animate su internet e sui social in particolare è un elemento comune da anni. Ma è altrettanto vero che ora stiamo assistendo ad una vera e propria esplosione del fenomeno. Un’esplosione che sicuramente ha a che fare con le ultime evoluzioni della maniera di comunicare online.

Pensiamo ai sistemi di instant messaging come Whatsapp: la loro diffusione ha creato un modo di comunicare ultra-dialogico, che si è sempre più spostato verso lo scambio di immagini. Un buon esempio sono le ‘faccine’ degli emoji dei nostri smartphone. E, poi, le GIF animate appunto.

E infatti avrete notato che da un paio di settimane sulla chat di Facebook – Facebook Messenger – c’e’ la possibilità di ‘dialogare’ attraverso le gif animate. C’e’ un tasto apposta, che si chiama ‘GIF’, in basso a destra nella nuova schermata della app. E i GIF si possono scegliere tra i popolari ed i più usati al momento in rete.

E poi, da una decina di giorni, il social del momento ha presentato una app che permette di fare delle animazioni tutte particolari. Il social di cui parliamo è Instagram, che ha presentato Boomerang: è una app che permette di prendere dei brevi video, e ricavarne, dai fotogrammi relativi, un ‘loop’ (una serie di immagini che vanno avanti e indietro). Ecco la presentazione ufficiale sul blog di Instagram. Lo stesso risultato delle grafiche animate, quindi.

Ora, questo secondo me amplia non poco le possibilità di comunicare sui social per le aziende. Consente infatti di ‘riempire’ di contenuto uno spazio dall’apparenza statica come quello di un post. E permette di farlo in tempi adatti al web: il più possibile velocemente, e comunque non oltre i pochi secondi.

Ma è chiaro che questo spazio deve essere utilizzato bene, per poter essere un efficace mezzo di comunicazione – ad esempio – di valori di marca. E la buona notizia è che le GIF animate si possono ottenere in almeno 3 modi piuttosto semplici.

Il primo modo è usare Photoshop: con questo software molto popolare e diffuso si possono creare delle GIF animate, ed il plus è che possono essere gestite completamente ad hoc.

Il secondo modo è quello di comprare la GIF animata online. Ci sono molti market place in cui farlo (basta una ricerca su google.com per trovare quello che fa per voi), anche se lo svantaggio è che non si può in questo modo avere qualcosa di completamente personalizzato.

Il terzo modo ha dalla sua la flessibilità d’utilizzo e la modalità mobile di creazione: si possono cioè creare delle GIF animate direttamente con delle app. Proprio in questi giorni è stata presentata – dai creatori del popolare VSCOcam – la nuova DSCO app, che è già disponibile per iPhone. Basic nell’utilizzo, efficace nei risultati. Da provare, anche subito.

 Federico Corradini
Logo-xChannel

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.