Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Stesso comportamento con collaboratori diversi? – 3

Come identificare lo stile sociale?

La combinazione delle due dimensioni del comportamento, ASSERTIVITÀ (oratore o ascoltatore) ed EMOZIONALITÀ (incline al compito o alla relazione), identifica lo stile sociale di un individuo.

Definiamo:

  • ANALITICI: gli ascoltatori più inclini al compito

  • DIRETTIVI: gli oratori più inclini al compito

  • AMABILI: gli ascoltatori inclini alla relazione

  • ESPRESSIVI: gli oratori più inclini alle relazioni

Per identificare il proprio stile sociale è necessario considerare separatamente i due assi: per esempio se si inizia dallassertività si verifica se si è ascoltatore o oratore.

Se si è ascoltatore, lo stile sociale viene inquadrato in una di queste tipologie: analitico oppure amabile.

Se si è oratore, lo stile sociale viene inquadrato in una di queste tipologie: direttivo oppure espressivo.

Successivamente, considerando la dimensione dell’emozionalità, è necessario verificare se si è più inclini al compito o alla relazione: nel primo caso lo stile sociale sarà analitico o direttivo, nel secondo amabile o espressivo.

figura-1

A questo punto è possibile effettuare l’autodiagnosi. Come?

  • Riprendere gli indicatori dell’assertività descritti nell’articolo precedente e pensare alla prevalenza del proprio comportamento: decidere se si è collocati più a destra o a sinistra della matrice

  • Riprendere gli indicatori dell’emozionalità, sempre descritti nell’articolo precedente e pensare alla prevalenza del proprio comportamento: decidere se si è collocati più in alto o in basso nella matrice

  • A questo punto è stato identificato il proprio stile sociale

Se è capitato di collocarsi al centro della matrice stessa, nessuna preoccupazione! Succede frequentemente di confondere lo stile sociale con la personalità: in realtà sono due dimensioni molto diverse:

  • La personalità di un individuo è unica e non quindi inquadrabile in alcuna matrice
  • I comportamenti sono solamente una parte della personalità, quella manifesta anche agli altri, la cosiddetta “scorza”, e scattano automaticamente

Per diagnosticare il proprio stile occorre quindi riferirsi solo agli indicatori proposti. E se si ha la sensazione che il proprio comportamento non sia sempre riconducibile a un quadrante specifico, è sicuramente vero, ma ciò è dovuto alla propria versatilità, mentre lo stile sociale riguarda la prevalenza del comportamento, come per Piero Angela e Paolo Bonolis. Quale stile ha ognuno?

Nota bene

  • Lo stile sociale è solamente un modo per descrivere il comportamento di una persona.

  • Non esiste uno stile migliore o peggiore degli altri. Non ci si faccia ingannare dal nome dello stile (direttivo non significa autoritario, ma semplicemente “oratore che tende a controllare le proprie emozioni”; amabile non significa accondiscendente, ma semplicemente “ascoltatore che manifesta le proprie emozioni”)

  • Gli stili sono semplicemente diversi tra loro nell’enfasi con la quale si manifestano gli indicatori di comunicazione verbale e non verbale dell’ASSERTIVITÀ e dell’EMOZIONALITÀ.

  • Inoltre, ciascuno stile ha dei punti di forza che lo caratterizzano: per comprendere più a fondo i quattro stili sociali è importante notare in che cosa ciascuno stile riesce meglio.

(3- continua)

Giovanna Antonietti e Patrizia Marabelli

Giovanna Antonietti e Patrizia Marabelli

GIOVANNA ANTONIETTI: Consulente sviluppo delle risorse, formazione aree comportamento organizzativo, leadership, vendite e gestione dello stress - utilizzo del Metodo Feldenkrais per migliorare performance. PATRIZIA MARABELLI: Consulente e formatore sviluppo organizzativo, progettazione e realizzazione di strutture, sistemi e strumenti per il cambiamento organizzativo e sviluppo delle risorse umane. Modelli D.Lgs. 231/2001.

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.