Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Strategie e suggerimenti per effettuare conversioni attraverso “pagine di atterraggio” (landing page) / 3

Coerenza con la fonte di riferimento
Il viaggio dell’utente che lo ha portato al vostro sito Web è iniziato altrove. Bisogna, dunque, anche dimostrare coerenza con ciò che ha già letto e visto per soddisfare le sue aspettative, quindi, in termini di messaggio, branding e creativo, la LP deve fornire una comunicazione integrata. Ciò vale soprattutto per gli annunci offline, annunci interattivi ed e-mail (DEM).

Il messaggio chiave nella LPdeve essere coerente con il messaggio chiave della fonte di riferimento. Quindi, di nuovo, è necessario mostrare al visitatore che ha scelto il posto giusto per trovare la marca, il prodotto, la quantità, le informazioni o le esperienze che sta cercando.

Fornire dettagli sufficienti
L’intero contenuto deve generare una risposta; per me, uno dei difetti più importanti riscontrati nelle LP (in questo caso la soluzione migliore è il minisito) è che spesso non ci sono abbastanza informazioni dettagliate sulle quali il visitatore può decidere il “signup”.

Accompagnare l’utente sul suo cammino
Il graphic design dovrebbe occuparsi di questo; pagine e percorsi chiari e intuitivi per ridurre al minimo il numero di clic necessari per la conversione, dato che che a ogni click aggiuntivo viene ridotta la percentuale di risposta di un 10% (è buona norma includere la cattura dei dati iniziali sulla prima pagina).
Le grafiche devono essere coerenti con la campagna e generare empatia all’utente. Non sottovalutare l’importanza della grafica di qualità; le immagini grafiche “approssimative”, anche se più economiche, raramente funzionano.

Rimuovere le opzioni di menu
Un’altra linea guida è la rimozione di opzioni di menu, che spesso aumenta il tasso di conversione in quanto, offrendo meno scelta di CTA, viene focalizzato l’interesse dell’utente, ma a coloro che non rispondono darà una scarsa esperienza e impedirà loro di esplorare tutte le informazioni presenti sul minisito; un compromesso è che la riduzione di opzioni di menu sia solo per le “voci” di basso livello .

Considerare l’utilizzo di un design layout “fluido” o “liquido” chiamato Responsive Design
Con Responsive Design indichiamo quell’approccio per il quale la progettazione e lo sviluppo di un sito dovrebbero adattarsi al comportamento e all’ambiente dell’utente in base a fattori come le dimensioni dello schermo, la piattaforma e l’orientamento del device. La pratica consiste in un mix di griglie, layout e immagini flessibili, più un uso accorto delle media queries CSS.

Quando l’utente passa dal suo PC desktop a un iPad, il sito dovrebbe automaticamente adattarsi alla nuova risoluzione, modificare le dimensioni delle immagini e le interazioni basate sugli script.
In altre parole, un sito dovrebbe implementare tutte quelle tecnologie utili per un adattamento automatico alle preferenze dell’utente.

Ricordate i non-responder
Bisogna fornire una scelta per coloro che non vengono profilati. Realizzate le LP con cura artigianale fornendo un contatto alternativo, ad esempio il numero di telefono o addirittura un’opzione di chat; inoltre è consigliabile dare la possibilità di “sfogliare” informazioni o prodotti alternativi.

Considerare la longevità delle LP e dei minisiti
Le pagine di destinazione sono spesso utilizzate per le campagne a breve termine. Se è così, è necessario gestirle con attenzione quando i link al loro interno sono scaduti. Tra i rischi vi è una pagina 404 di errore che diventa una comunicazione controproducente per il brand.

Mi auguro che questa mia piccola “guida” vi abbia dato qualche spunto su cui ragionare.

Stefano Calzolari 
AIR-ATLANTIS srl
cell: 366.9359910
www.air-atlantis.com

avatar

Stefano Calzolari

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.