Una redazione di oltre 50 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

The Ferragnez: scene dal (e numeri del) primo marketing-monio su Instagram

Non siamo certo nuovi a royal wedding e accoppiate famose. E proprio nessuno si stupisce se vengano seguiti con un’ossessiva attenzione mediatica, né tantomeno se a caro prezzo ne venga venduta l’esclusiva.

Qual è, allora, la vera novità del Ferragnez, il matrimonio tra una delle 10 instagrammer più influenti del mondo e il rapper più tatuato (dato ufficioso) d’Italia? La vera novità è che hanno fatto tutto da soli (o meglio, “in casa”). Video, fotografie, distribuzione. Non solo: partnership che spaziano da Alitalia ai Minions, passando per Dior e Versace.

Bravissimi, insomma. Vien da chiedersi quali siano i numeri. Com’è andata?

Ora, è ovvio che non è facile dare un numero definitivo di come sia andata l’operazione. Innanzitutto, bisognerebbe scegliere cosa tenere presente. Gli account Instagram di Chiara Ferragni e di Fedez? Oppure, anche quelli di tutti gli altri instagrammer presenti? Oppure ancora, di tutti coloro i quali nel mondo hanno condiviso sull’evento con gli hashtag correlati?

Quest’ultimo approccio, anche se finisce col restituire un dato neutro dal punto di vista dell’interazione oltre che degli economics, è sicuramente quello che consente di leggere l’evento in tutto la sua enorme portata social. Sommando a “Chiara Ferragni” e “Fedez” tutti i post in cui vengono usati gli hashtag dell’evento #TheFerragnez e #Ferragnez si raggiunge il numero astronomico di 300 miliardi di impressioni (dati: Franz Russo su base TalkWalker) .  

Proviamo a guardare l’evento più da vicino, sempre in termini di reach; Fedez ha una reach potenziale su Instagram di 6,5 milioni di follower, mentre Chiara Ferragni ne ha 14,6 milioni. Ma se vogliamo sapere veramente cosa è successo dal punto di vista business dobbiamo capire chi li ha seguiti attivamente; chi ha interagito con i post dei giorni del matrimonio (da venerdì a domenica)?

Intanto, questi sono i post in questione: 16 di Fedez e 21 della Ferragni. Alcuni di essi sono foto, altri album, altri ancora video; l’interazione primaria nei primi due casi è data dal like, mentre per i video è più opportuno considerare la view (quest’ultimo punto è opinabile; dipende tuttavia anche dal fatto che la view è l’azione privilegiata prevista su Instagram per i video – così come per Facebook, del resto).

Bene, sui post in questione ci sono state 57 milioni di interazioni. Poco più di 39 milioni per Chiara e poco più di 17 milioni per Fedez. Quanto valgono? Impossibile a dirsi in maniera incontestabile. Considerati valori di mercato e unicità dell’evento, tenuto conto delle possibilità di fit e dei mercati coinvolgibili, secondo il mio parere il valore commerciale di queste interazioni sul totale dei post è vicino a 1 milione di euro.

Questa, poi, è solo una frazione di un successo più grande. Le InstaStories di Fedez da sole hanno raggiunto ognuna oltre 2 milioni di persone (come una rete nazionale TV) e i volumi delle queries di ricerca di “Chiara Ferragni” su Google sono più che decuplicate (dati: Google Trends). Una marketing-monio che è qui per durare (quantomeno, fino al più spettacolarizzabile dei divorzi su Instagram).

Federico Corradini

Federico Corradini

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.