Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Un piano di rilancio per rispondere alle conseguenze del Coronavirus in Italia: il WMF chiama a raccolta gli attori dell’Innovazione Digitale e Sociale

Riposizionare l’Italia e rispondere in maniera efficace alle conseguenze del Coronavirus sul sistema economico-sociale. È questo l’intento alla base della iniziativa lanciata il 2 marzo dal WMF e volta ad offrire un contributo propositivo, concreto e coordinato per fronteggiare gli accadimenti che stanno riguardando il mondo e, in modo particolare, il nostro Paese in queste settimane.

Il WMF (acronimo di Web Marketing Festival), nel confermare ancora una volta il proprio ruolo di acceleratore dell’innovazione digitale e sociale, fungerà di fatto da catalizzatore per un piano di azione esteso, allargato e condiviso con le realtà aziendali del settore, la cui finalità sarà quella di unire ed esaltare l’opera di professionisti, startup, aziende e giovani con l’obiettivo di supportare il Ministero dell’Innovazione e le Istituzioni competenti.
Proprio il claim del Festival “
We Make Future” sottintende le motivazioni a sostegno di questa azione comune, che si articola su tre versanti ben definiti: Made in Italy, scuola e imprese, cultura. In definitiva, quella posta in essere andrà intesa come una chiamata a raccolta rivolta ai professionisti del settore del digitale e della comunicazione, tesa a contribuire al rilancio del paese. 

Nel caso del primo fronte operativo, il Made in Italy, il contributo richiesto alle realtà aziendali del marketing si tradurrà nell’invio di un piano di comunicazione volto alla promozione dell’Italia e delle sue eccellenze.

Un processo, questo, da seguire a 360° che non potrà prescindere dalla formazione di due realtà centrali: le aziende e la scuola, con un’educazione sui temi connessi del digitale che dovrà quindi riguardare da un lato i dipendenti delle realtà imprenditoriali, dall’altro i docenti deputati a crescere le generazioni future. In questo senso, il WMF dà così seguito ad una attività di educazione rivolta al mondo dell’istruzione, già in atto da anni attraverso progetti mirati e ora in fase di espansione mediante il prezioso apporto di nuovi e ulteriori player del settore.

Il terzo e fondamentale ambito è rappresentato dalla cultura, alla quale l’iniziativa ideata dal WMF mira a garantire, sempre attraverso la cooperazione tra i professionisti del settore, un sostegno mediante la raccolta di piani di comunicazione rivolti a teatri, musei, cinema e associazioni.

“Nel contesto che si è venuto a creare, con accadimenti che stanno incidendo sulla quotidianità di famiglie e aziende, siamo fermamente convinti che la cooperazione tra le istituzioni, imprese, startup e realtà non profit sia qualcosa di imprescindibile”, spiega Cosmano Lombardo, Chairman e Ideatore del WMF. “Il Festival sotto questo aspetto è sempre stato un acceleratore di educazione, formazione e cultura sull’innovazione digitale, una piattaforma al servizio della società. L’innovazione tecnologica e digitale, oggi più che mai, deve essere al servizio della società. Per questo motivo abbiamo deciso di dare vita a questa triplice iniziativa, con l’intento di fare da trait d’union tra gli attori principali per una vera e propria opera di rilancio”.

Le proposte, che giungeranno poi al Ministero dell’Innovazione e alle Istituzioni competenti, potranno essere inviate attraverso il sito web www.ilfestival.it/italia.

Video di presentazione dell’iniziativa

https://www.youtube.com/watch?v=E-Vr3cSU9SU&feature=youtu.be

Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.