Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Una buona traduzione espande il business

Se le imprese italiane hanno superato gli anni di crisi che (si spera) ci siamo lasciati alle spalle, è stato grazie alla loro vocazione internazionale, alla loro capacità di proiettarsi sui mercati esteri. Le imprese esportatrici, infatti, sono passate dalle 188.700 del 2011 alle 194.800 di adesso.

Per accompagnare le imprese nei processi di internazionalizzazione e nella gestione dei rapporti commerciali con l’estero è nata la start-up spagnola BigTranslation, una agenzia di traduzione la cui peculiarità è che ogni testo viene tradotto da traduttori madrelingua professionisti e residenti nei loro paesi d’origine per assicurare, in questo modo, traduzioni fatte da madrilingue al 100 %.

Alfredo Gómez, COO di BigTranslation

Ad Alfredo Gómez, COO di BigTranslation, abbiamo chiesto quanto è importante “tradurre” i prodotti/servizi delle imprese per i mercati globalizzati e, in particolare, come funziona un’agenzia di traduzione votata all’on line.

“BigTranslation – ci spiega Alfredo Gómez – nasce per rispondere alla necessità d’internazionalizzazione delle imprese, il cui obiettivo fondamentale è dunque tradurre in molteplici lingue i diversi tipi di testo; come ad esempio manuali d’istruzioni, cataloghi, packaging, pagine web, e-commerce ed anche, oramai, tweet, post di blog, testi per SEO e linkbuilding, etc. BigTranslation si è specializzata nelle traduzioni richieste dal mondo digitale e fornisce un servizio innovativo che offre un valore aggiunto rispetto alle traduzioni via web standard; vengono infatti realizzate traduzioni con ottimizzazione seguendo la strategia delle keywords (parole-chiave) del cliente, con l’obiettivo di migliorarne il posizionamento sui motori di ricerca”.

Spesso le aziende, nell’affrontare la propria presenza web per i mercati esteri, si ha l’impressione che dedichino particolare attenzione all’“involucro”, cioè al layout grafico del proprio sito, piuttosto che alla traduzione dei propri contenuti.

“È un errore. Con un mercato sempre più in espansione, infatti, è fondamentale rimanere al passo, non solo nel proprio paese ma in tutto il mondo. Per fare questo abbiamo bisogno di tradurre la nostra pagina web in più lingue in modo che sia accessibile a tutti. È qui che entra in gioco la traduzione madrelingua. Una traduzione madrelingua è fondamentale per fare una buona prima impressione. Presentarsi ai nuovi clienti richiede una grande attenzione ai dettagli e le parole usate per offrire servizi o prodotti giocheranno un ruolo fondamentale sull’immagine dell’azienda e sull’interesse del cliente”.

Altra convinzione piuttosto diffusa, mi sembra, è che basta “sapere un paio di lingue” per potersi fregiare del titolo di traduttore.

“Una delle principali convinzioni errate sul mondo delle traduzioni è sicuramente la convinzione che chiunque sappia parlare due lingue sia anche in grado di tradurre testi. Niente di più sbagliato. Una buona traduzione madrelingua può essere fatta solo da un traduttore professionale madrelingua, che possiede una conoscenza che solo una persona che ha studiato per anni per sviluppare le proprie capacità può avere. Un traduttore con le conoscenze giuste può realizzare un buon lavoro, ma solo un traduttore madrelingua qualificato potrà realizzare una traduzione madrelingua perfetta ed aiutarti così ad espandere in modo ottimale il tuo business in altre parti del mondo”.

Non sono pochi, però, i siti aziendali che presentano testi evidentemente tradotti da software.

“Non c’è niente di meno professionale che un testo che è stato tradotto automaticamente online. Oltre ad essere, se così si può dire, scorretto grammaticalmente, spesso non segue un filo logico e le parole che risultano dalla traduzione letterale non rendono in modo completo il significato della frase. Quello che distingue un traduttore qualificato non madrelingua da un traduttore professionale madrelingua, è la sensibilità che quest’ultimo possiede verso determinati argomenti, la sensibilità che ha nello scegliere le giuste espressioni linguistiche in uso e di gestire la complessità della lingua di arrivo. Una traduzione madrelingua ha quel qualcosa in più che manca alle altre traduzioni; un traduttore madrelingua riuscirà a localizzare i contenuti più appropriati di una determinata cultura, assicurandosi che le parole utilizzare siano realmente le più comuni, piuttosto che quelle fornite dal vocabolario. Inoltre, una stessa lingua può avere diverse sfumature in base al tono che viene utilizzato. Basti pensare ai diversi gradi di formalità e cordialità che è fondamentale conoscere per poter adattare il messaggio alle diverse tipologie di clienti. Questa è una delle principali caratteristiche che si nota in una traduzione madrelingua”.

Visto che ha introdotto questo concetto, approfondiamolo: tutti sanno a cosa si fa riferimento quando si parla di traduzione, ma cosa si intende per localizzazione?

“La traduzione consiste, in generale, nell’attività di interpretare e volgere da una lingua ad un’altra un testo scritto. La localizzazione, invece, è un settore della traduzione molto particolare che, in quanto tale, richiede delle competenze specifiche. Per localizzazione si intende la traduzione di un testo adattandolo in ogni sua parte alle esigenze del consumatore finale. È per questo motivo che il sito internet e, più in generale, i prodotti software rappresentano gli oggetti principali della localizzazione. La localizzazione comprende la traduzione di dati linguistici semplici ed altri dati non linguistici che dovranno essere adattati al contesto di utilizzo. Tra i dati non linguistici che il localizzatore dovrà adattare sono inclusi: unità di misura e valute, codifica del testo, gusti ed abitudini dei consumatori, layout e design, formati vari ed altri aspetti legati alla commercializzazione di uno specifico prodotto”.

Mi pare di capire che la localizzazione possa rappresentare la chiave del successo della presenza on line delle imprese.

“Nel caso di traduzione di un sito internet, la localizzazione è un processo di lavoro necessario per essere individuati online in tutto il mondo. Sappiamo che ogni parte del mondo è affezionata all’utilizzo di determinati motori di ricerca piuttosto che altri; ad esempio Google in Europa, Baidu in Cina e Yandex in Russia. Ogni paese ha le proprie abitudini locali e il lavoro di localizzazione ha proprio l’obiettivo di colmare quel divario tra la semplice traduzione e l’adattamento del prodotto ad un contesto il quanto più possibile familiare. Il divario può essere colmato solo da un attento lavoro di localizzazione. La traduzione infatti è soltanto la prima fase del processo. I potenziali clienti, visitatori digitali dei siti internet, oltre a parlare una lingua diversa, avranno anche una cultura e usanze totalmente diverse dalle nostre. Modellare i contenuti testuali, ed anche quelli non testuali, alle esigenze e ai gusti dei fruitori del sito è una delle migliori strategie di marketing per accrescere il numero di visitatori e quindi il proprio business. Tra le attività principali della seconda fase della localizzazione ci sono l’adattamento della grafica al pubblico di destinazione, la correzione dei layout per ottimizzare il contenuto tradotto, la conversione di unità di misura, valute, date e orari, considerazioni riguardanti leggi e regolamenti locali”.

Visto che l’e-commerce può essere la scelta vincente per le aziende che ambiscono a rafforzare la proprio presenza sui mercati globali, penso che la traduzione delle vetrine digitali sia di fondamentale importanza.

“La traduzione per l’e-commerce diventa un qualcosa di fondamentale importanza al momento di voler cercare di raggiungere il maggior numero di persone possibile. Grazie all’e-commerce il commercio si è internazionalizzato e globalizzato sempre più e per questo motivo la traduzione diventa protagonista di quest’internazionalizzazione perché risulta essere l’unico modo per oltrepassare ogni tipo di frontiera e rompere le barriere per avvicinarsi il più possibile alle varie culture e rendere accessibile un’attività non solo a livello nazionale ma anche, e soprattutto, a livello internazionale”.

Come si fa a conquistare la fiducia di clienti di tutto il mondo attraverso la traduzione dell’e-commerce?

“L’internazionalizzazione della nostra pagina e-commerce e la sua rispettiva traduzione agevolerà la sua diffusione, un incremento notevole di clienti e, di conseguenza, delle vendite, e inoltre può ottimizzare il posizionamento SEO dell’attività in questione. Nel momento in cui decidiamo di affidarci ad una pagina web per effettuare un acquisto, i clienti si sentono più sicuri e a loro agio se il sito web che stanno visitando è nella loro lingua. In questo modo, riusciremo ad ottenere più fiducia da parte dei clienti e a far percepire al massimo tutti i contenuti. Clienti che possono essere di vario tipo e per arrivare ad ognuno di loro bisogna essere bravi, inoltre, nell’individuare quale strategia è meglio adottare, che dovrà essere sempre in continua evoluzione per soddisfare nel tempo ogni tipo di cliente”.

La traduzione con posizionamento sui motori di ricerca e la localizzazione sono due cose differenti?

“La localizzazione si ha quando si adatta un prodotto o servizio per adeguarlo culturalmente e linguisticamente per il pubblico d’arrivo, ad esempio: persone. La SEO (Search Engine Optimization) è il processo che comprende l’aggiunta di parole chiave, marcatori, testi ancora, titoli, messaggi di testo e molti altri attributi all’interno del tuo progetto di traduzione. Affinché il nostro commercio elettronico sia efficace al 100% e arrivi ad un vasto pubblico nei diversi Paesi d’interesse, bisogna valutare e tener presente continuamente il posizionamento SEO. Quando cerchiamo qualcosa su un qualunque motore di ricerca, anche soltanto usando termini generici in diverse lingue, la nostra attività con un buon posizionamento SEO occuperà le prime posizioni e quindi sarà più semplice attirare il cliente e fare in modo che clicchi proprio sulla nostra pagina web. BigTranslation realizza realizziamo traduzioni con posizionamento web “tra le quinte” per rendere i servizi e i prodotti di un’azienda più visibili sui motori di ricerca del paese di destinazione”.

Dario Vascellaro

Dario Vascellaro

Direttore responsabile de Il Giornale delle PMI

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.