Una rete di pmi italiane alla conquista dei cieli cinesi

 Una rete di pmi italiane alla conquista dei cieli cinesi

Il 14 gennaio, a Beijing, si terrà il “Forum Italia-Cina per un nuovo modello di cooperazione economica e commerciale”. Il Forum – che fa seguito al 5° Meeting del Comitato Intergovernativo Italia-Cina (30 ottobre 2013) – rappresenta un’opportunità per l’Italia e la Cina di discutere nuove opportunità di cooperazione e di business nei settori dell’ambiente, dell’urbanizzazione, dell’agricoltura e della sanità.

Nel corso del Forum verranno firmati diversi accordi bilaterali. In particolare, l’Italian Aerospace Network, una rete di piccole e medie imprese italiane attive nell’aerospaziale, che rappresentano l’eccellenza nei loro rispettivi settori, firmerà un Memorandum of Agreement con il China Aviation Industrial Base di Xi’an (CAIB), il principale distretto aeronautico cinese per la produzione di velivoli civili e commerciali (gli MA60 e MA700), di cui alcune aziende del network sono fornitori.

Tramite questo Memorandum, siglato alla presenza del ministro Zanonato e dell’ambasciatore d’Italia in Cina Alberto Bradanini, l’Italia e la Cina si impegnano a promuovere il sorgere di nuovi progetti nel mondo dell’aviazione civile, a costruire e mantenere relazioni commerciali tra le aziende italiane membre del network e le aziende cinesi stabilite nel distretto di CAIB. Oltre al grande produttore di velivoli di Xi’an (XAC), infatti, il distretto ospita oltre 180 aziende cinesi, alcune joint venture e poche società a capitale straniero che insieme concorrono nello sviluppo di un’aviazione sempre più globale.

Il Memorandum avrà anche lo scopo di supportare le comunicazioni tra l’Italia e la Cina e le rispettive aziende e istituzioni. Il Memorandum darà vita a un organismo di alto livello che permetterà reciproche visite di delegazioni e attività promozionali delle opportunità Paese tra le due parti.

L’Italian Aerospace Network
La firma del Memorandum non è che l’ultima prova del successo crescente dell’Italian Aerospace Network. Nato nell’agosto del 2013, il network comprende oggi otto membri: Ace Labs (augmented reality systems for maintenance),Davi (plate roll and angle roll), Neos (training systems, e-learning,technical manuals), NG Way (geolocation systems),Plyform (composite materials), Protom Group (advancedengineering), Satiz (technical publishing and communication) e TPS (integrated systems for the product support).
Lo scopo principale di questa rete (l’unica rete di imprese italiane basata in Cina) è quello di raggiungere una massa critica in grado di garantire la sostenibilità del business in un mercato complesso e dinamico come quello cinese.
Grazie all’esperienza, alla competenza e al know-how garantiti dalla partecipazione al network di ciascun membro, la rete è capace di fornire ai potenziali clienti cinesi un servizio a 360°: progettazione e realizzazione di componenti, sistemi e macchinari speciali; sviluppo di strumenti di manutenzione; servizio di assistenza di prodotti e strumenti (pubblicazioni tecniche, sistemi di formazione, formazione tecnica).
In conclusione, la rete ha la capacità operativa di una grande azienda coniugata con la flessibilità e il supporto ai clienti tipici delle piccole e medie imprese.

Redazione

1 Comment

  • ESPERIENZA ECCEZIONALE, incoraggia le altre reti d’impresa in fase di start-up a crederci…!!!

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.