Una redazione di oltre 100 collaboratori, esperti delle tematiche che stanno a cuore alle imprese

Voucher per l’internazionalizzazione delle pmi lombarde 2014

Il bando mette a disposizione delle micro, piccole e medie imprese lombarde voucher a fondo perduto per l’acquisto di servizi di consulenza e per la partecipazione a missioni e a fiere internazionali all’estero.

Finalità dell’intervento
Il bando, promosso da Regione Lombardia e dal Sistema Camerale, nell’ambito dell’Accordo di Programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, è finalizzato a favorire i processi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese lombarde (MPMI).

Ambiti di intervento ed entità del contributo
Il bando prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto mediante l’assegnazione alle imprese di Voucher finalizzati all’acquisto, presso soggetti attuatori appositamente riconosciuti (Camere di Commercio, associazioni di categoria, consorzi e società consortili ecc.), di servizi a supporto dell’internalizzazione.
Sono previste tre misure per le quali è possibile presentare le domande:

  • Misura A – servizi di consulenza e supporto per l’internazionalizzazione;
  • Misura B – partecipazione a missioni economiche all’estero in forma coordinata;
  • Misura C – partecipazione a fiere internazionali all’estero, in forma individuale o in forma aggregata.

Il valore del Voucher è variabile a seconda della tipologia e dell’area geografica di intervento, da un minimo di € 1.200 a un massimo di € 3.000.
I contributi sono concessi sulla base del regime di aiuti europeo “de minimis” (Regolamento UE n. 1407/2013).
Tale regime consente a una impresa unica di ottenere aiuti “de minimis” a qualsiasi titolo complessivamente non superiori a € 200.000,00, oppure € 100.000 per il settore del trasporto merci per conto terzi, nell’arco di tre esercizi finanziari.
Per impresa unica si intende il complesso di imprese singole tra cui sussiste una relazione di controllo o collegamento, come definito dall’art. 2.2 del suddetto regolamento.

Dotazione finanziaria
Le risorse complessivamente stanziate ammontano a € 4.840.000 e sono ripartite lungo il corso dell’anno in tre finestre.

Soggetti beneficiari
I beneficiari sono le imprese lombarde che rientrano nella definizione di micro, piccola e media impresa (MPMI) secondo la normativa comunitaria in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale e/o sede operativa attiva in una provincia lombarda ed essere iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio lombarda territorialmente competente;
  • non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall’art. 1 del Regolamento UE n. 1407/2013 (pesca e acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli);
  • essere attive e in regola con il pagamento del Diritto Camerale Annuale;
  • avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulle salute e sicurezza sul lavoro di cui alla Legge 626/94 e successive modificazioni e integrazioni;
  • non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non aver ricevuto sulla stessa iniziativa altri contributi pubblici per le spese oggetto del finanziamento;
  • non trovarsi in nessuna delle altre situazioni ostative relative agli aiuti di stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea.

Presentazione delle domande
Le domande di Voucher devono essere presentate dalle imprese esclusivamente in forma elettronica tramite il sito web Finanziamenti On line – Accordo di Programma https://gefo.servizirl.it/adp/ attivo dal 5 marzo 2014, compilando la modulistica disponibile sul sito.
Le domande per i voucher A possono essere presentate dalle ore 10.00 del 5 marzo 2014 sino alle ore 12.00 del 30 gennaio 2015.
Le domande per i voucher B e C possono essere presentate dalle ore 10.00 del 5 marzo 2014 fino alle ore 12.00 del 30 gennaio 2015, con i seguenti limiti:

  • dalle ore 10.00 del 5 marzo 2014 per le iniziative con data di inizio dal 1 febbraio 2014 e fino al 15 giugno 2014 (prima finestra);
  • dalle ore 10,00 del 14 maggio 2014 per le iniziative con data di inizio dal 16 giugno 2014 e fino al 12 ottobre 2014 (seconda finestra);
  • dalle ore 10,00 del 10 settembre 2014 e fino alle ore 12.00 del 30 gennaio 2015 per le iniziative con data di inizio dal 13 ottobre 2014 e fino al 30 gennaio 2015 (terza finestra).
Redazione

Redazione

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.